Clitoride e piacere femminile

Clitoride E Piacere Femminile

Care amiche oggi torniamo a parlare di clitoride e piacere femminile. Siete pronte ad immergervi nella lettura? Iniziamo…

Fortunatamente ci sono sempre meno tabù quando si parla di sesso, ma alcuni miti persistono ancora tra i giovani a causa del loro elevato consumo di pornografia online, come dimostrano molti studi.

Una di queste idee preconcette è che le donne raggiungano l’orgasmo attraverso la penetrazione, che dà loro un grande piacere sessuale.

La realtà dice piuttosto il contrario. La stragrande maggioranza di loro non può raggiungere l’orgasmo con la sola penetrazione. Le cifre raggiungono quasi il 70%. Se non c’è stimolazione del clitoride, la questione diventa più complicata.

Clitoride e piacere femminile

Ci sono varie posizioni che facilitano l’attrito in quella parte dell’anatomia femminile.

Tuttavia, ciò non significa che non puoi provare a raggiungere un orgasmo mentre è in corso la penetrazione per provare nuove sensazioni.

E la verità è che ci sono varie posizioni che facilitano l’attrito in quella parte dell’anatomia femminile. 

Cavalcando

Con questa posizione, la stimolazione dell’area del clitoride è generalmente facilmente ottenuta. Consiste nel sedersi a cavallo dell’altro, preferibilmente di fronte a lui. Successivamente, inizia un movimento di attrito tra i due bacini, appoggiandosi all’indietro appoggiandosi sulle gambe dell’altro. Puoi anche sporgerti in avanti, appoggiandoti sulle spalle.

Clitoride e piacere femminile Le diverse versioni del missionario

 È una postura classica, che non sembra invitare a troppa sperimentazione.

Ma la verità è che per molte coppie è un modo relativamente semplice per ottenere la stimolazione del clitoride.

L’uomo deve muoversi compiendo diversi tipi di movimenti che favoriscono il contatto genitale, premendo la zona per ottenere sensazioni più piacevoli.

Una versione diversa consiste nel posizionare le caviglie sulle spalle del partner, sollevando i glutei in modo che sia l’uomo che la donna possano manipolare il clitoride, sia con le mani che con un vibratore o altro giocattolo sessuale.

In quadrupede.

O più comunemente conosciuta come la posizione alla pecorina. Come il missionario, sono posizioni molto tradizionali, ma è vero che consentono in modo semplice che sia l’uno che l’altro possano strofinare il clitoride durante la penetrazione fino a quando non si raggiunge l’eccitazione sufficiente per raggiungere l’orgasmo. Inoltre, in questo caso, la penetrazione può essere molto profonda poiché avviene da dietro e offre una serie di sensazioni diverse.

Clitoride e piacere femminile  Le forbici.

In questa posizione si favorisce una penetrazione laterale, dove si possono incrociare le gambe. Poiché la zona del clitoride è molto accessibile, è più facile stimolarla con le dita mentre si possono accarezzare anche altre zone erogene del corpo, come il seno, i piedi o il collo.

Clitoride e piacere femminile

il clitoride è “un’autentica perla preziosa progettata esclusivamente per darci piacere”. Grazie alle 8.000 terminazioni nervose presenti in questa parte esterna dei genitali femminili, il clitoride è il protagonista della maggior parte dei nostri orgasmi, ma questi saranno molto più piacevoli se non ti limiti a questo punto.

Mentre le informazioni sui genitali maschili abbondano, il clitoride (dal greco kleitoris, che significa “piccolo tumulo”) è venuto e andato dalla letteratura medica nel corso della storia.

E solo nel 2005 è riemerso con slancio dalla mano dell’urologa australiana Helen O’Connell, che ha descritto per la prima volta l’anatomia completa di questo organo, nonché il suo rapporto con strutture adiacenti come l’uretra, la vagina e ghiandole vestibolari.

In assenza di materiale di studio adeguato sul clitoride, O’Donnell ha iniziato a studiarlo a fondo – dissezionando cadaveri, utilizzando scansioni MRI di donne viventi e studi citologici sui tessuti – per scoprire che ciò che è in vista è solo un pezzettino. : Circa il 90% della struttura di questo organo femminile è all’interno del corpo.

Clitoride e piacere femminile Struttura del clitoride

“La punta che vediamo, che è sempre stata ritenuta essere il clitoride, è in realtà la punta dell’iceberg”, spiega alla BBC Mundo la psicologa e sessuologa basca Laura Morán, autrice di “Orgas (miti)”. libro che cerca di sfatare la disinformazione e i miti che circondano la sessualità umana.

“Questo è il glande del clitoride (situato dove si incontrano le piccole labbra e nascosto sotto un cappuccio) e il resto è un organo interno”, aggiunge.

Al di fuori del campo visivo, il clitoride si estende sotto la pelle.

Il suo fusto ha una forma cilindrica composta da due corpi cavernosi uniti che si estendono verso l’incavo pubico.

Alla sua estremità ci sono le radici – sottili fasce di tessuto erettile – che scorrono dallo stelo, lungo le ossa che formano il pube e avvolgono l’uretra e la vagina.

Perché l’orgasmo femminile non è un obiettivo nella relazione sessuale

Accanto a ciascuna delle radici c’è un’altra regione di tessuto erettile nota come bulbi del clitoride, che si trova dietro le pareti vaginali.

“La parete vaginale è in realtà il clitoride”, ha detto O’Connell alla BBC nel 2006.

E voi quanto ne sapevate sul clitoride?

Diccelo su instagram 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Apri chat
Hai Bisogno di aiuto?
Ciao ✋
Sono qui se hai delle domande...