Come stimolare il clitoride

Come Stimolare Il Clitoride | Sexy Shop Online | Àmanthy

Come stimolare il clitoride

Come stimolare il clitoride, articolo per tutte le donne ma anche per i nostri maschietti spesso “analfabeti clitoridei”

Organo del piacere femminile per eccellenza, il clitoride è la parte più sensibile del corpo della donna.

A lungo sottovalutato, o addirittura demonizzato, racchiude tutti i segreti della sessualità della donna. Andiamo a vedere cos’è, dove si trova e come stimolarlo.

Come Stimolare Il Clitoride | Sexy Shop Online | Àmanthy

Come stimolare il clitoride di cosa si tratta?

Prima di scoprire tutti i segreti per stimolarlo è bene spiegare cos’è il clitoride e dove si trova.

Innanzitutto bisogna sapere che l’apparato genitale femminile si divide  in due categorie: l’apparato genitale femminile interno, che include vagina, cervice, utero, tube di Falloppio e ovaie, e apparato genitale femminile esterno con vulva, grandi e piccole labbra, monte di Venere, ghiandole di Bartolini e appunto la clitoride.

Il clitoride è  corpo erettile che possiede moltissime terminazioni nervose, in quantità tripla rispetto al pene maschile.

Anch’esso possiede un cappuccio e un glande ma a differenza del pene si tratta di un organo interno.

Il glande, coperto dal cappuccio, costituisce la parte visibile del clitoride e si trova tra le piccole labbra.

Misure:

La clitoride Misura soltanto 0,5 – 1 cm.

Ciò che invece non si sa è che la parte superiore, invisibile, può misurare fino a 10 cm di lunghezza, e dai 3 ai 6 cm di larghezza.

È divisa  in due lunghe radici che circondano i lati della vagina e da due corpi cavernosi più esterni.

La sua forma assomiglia ad una “Y”.

Dove si trova:

Un pò di anatomia per aiutarci…

La clitoride si trova  all’intersezione e al vertice delle piccole labbra, protetta dalle grandi labbra.

Non tutte le  clitoridi hanno le stesse dimensioni, quindi è probabile che ci siano variazioni millimetriche di posizione.

Come stimolare il clitoride, importanza:

Cari amici uomini, il clitoride resta un oggetto misterioso per molti di voi eppure il 95% delle donne arriva all’orgasmo  nel giro d’alcuni minuti stimolando il clitoride autonomamente.

Dalle ricerche emerge invece che se la stimolazione è fatta da un uomo non sempre si riesce a raggiungere risultati così soddisfacenti in così poco tempo. Vogliamo vedere insieme qualche consiglio ?

Come stimolare il clitoride, tecniche e posizioni:

Con alcuni movimenti e alcune posizioni, la stimolazione del clitoride risulta avvantaggiata.

Si può stimolare il clitoride con piccoli movimenti circolari che ruotano attorno al glande o movimenti lungo il corpo visibile del clitoride, nella parte superiore all’incrocio tra le grandi labbra.

Molto spesso alle donne non piace che venga toccato direttamente il glande del clitoride proprio per la sua grande sensibilità, la cui stimolazione diretta può provocare in certi casi anche un fastidio.

Consiglio: Fatevi guidare dalla vostra compagna e se anche lei è inesperta, scoprite il piacere clitorideo insieme magari aiutandovi con un sex toys apposito e oli da massaggio intimi stimolanti. 

Posizioni:

Come dicevamo, senza dubbio alcune posizioni aiutano la stimolazione di quest’organo del piacere.

Ecco alcuni esempi:

La posizione fetale: si pratica con la donna che tiene le ginocchia accovacciate verso il petto e leggermente divaricate, mentre il partner può facilmente sia penetrare la vagina che stimolare il clitoride.

Missionario eretto: La donna appoggia le gambe sulle spalle di lui, che può contemporaneamente stimolare il clitoride con le dita, mentre avviene la penetrazione.

La posizione della forbice: Consiste nell’intrecciare le gambe tra loro in modo che la donna abbia il controllo completo di ritmo, profondità e pressione della penetrazione.

Il  Loto: la donna si siede in grembo al partner (che è a sua volta seduto) e gli cinge i fianchi con le gambe.

In questo modo lei ha il controllo totale della profondità e, soprattutto, del ritmo del rapporto.

Appoggiandosi alle ginocchia del partner lo lascia libero di accarezzarla con la mano.

Cowgirl: Questa posizione è probabilmente la più facile per raggiungere l’orgasmo clitorideo. Lui si sdraia sulla schiena e la partner lo cavalca, proprio come se fosse in sella a un destriero.

Movimenti:

Da una recente statistica le due tipologie di tocco preferite sono il “su e giù” (63,7%) e il movimento circolare (51%).

Circa un terzo che indica una preferenza per il tocco “da parte a parte” (30,6%).

Il 41% delle donne predilige la reiterazione di un unico movimento piuttosto che l’alternanza tra due o tre di questi ed una pressione su vulva e clitoride medio-leggera rispetto ad una più decisa (10%).

Chicca per gli uomini:

Succhiate e stimolate con la lingua: Da sperimentare quando la donna è già molto lubrificata; questa tecnica consiste nel succhiare con una pressione bassa sull’area del clitoride e tenerlo in bocca per brevi intervalli, dando poi  dei piccoli “colpetti” con la punta della lingua. Paradisiaco!

Come stimolare il clitoride, Scoprire il proprio corpo.

Amiche donne, prima di insegnare ai nostri partner i segreti della clitoride dobbiamo farci amicizia noi altrimenti non sapremo guidarli, quindi amiamo per prime la clitoride e sfruttiamola al meglio.

Sfiorate la clitoride delicatamente, magari nella sua parte superiore, senza necessariamente toccare il glande, e muovete lentamente le dita dall’alto al basso o in maniera circolare.

Questo gesto sicuramente avvierà l’eccitazione e la lubrificazione vaginale.

Se non dovesse essere così immediata, potete tranquillamente aiutarvi con un lubrificante a base d’acqua  pensato ad hoc!

Provate con un cuscino per la stimolazione perfetta: Potete provare a metterlo tra le gambe, girandovi su un fianco, e muovere lentamente il bacino per stimolare il clitoride.

Può essere utilizzato anche per sollevare il bacino, mettendolo sotto al sedere.

Un sex toys può essere un’ottima alternativa alla masturbazione classica. Non fatevene mancare uno clitorideo!

Provate a trattenere l’orgasmo quando sentite che è prossimo, rimandatelo di qualche secondo e vi accorgerete che, oltre a far salire notevolmente il grado di eccitazione, il risultato finale sarà esplosivo!

Provatele tutte, prima da sole e poi in coppia, è sia un modo per conoscervi meglio e capire di volta in volta cosa vi fa stare meglio, sia per ravvivare l’intimità a due proponendolo come preliminare. 

Amiche, ricordiamoci che l’orgasmo rende soddisfatte, riduce lo stress e anche molti disturbi del sonno quindi.. Avanti tutta e Orgasmi stratosferici per tutte!

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri chat
Hai Bisogno di aiuto?
Ciao ✋
Sono qui se hai delle domande...