fbpx

Dildo cos’è e come usarlo

Dildo cos’è e come usarlo

Dildo cos’è e come usarlo: Il dildo è il giocattolo sessuale per eccellenza sin dai tempi antichissimi. Solitamente ha forma fallica (cioè imita un pene) e si usa per la penetrazione, sia vaginale che anale

Anche se spesso si tende a confonderli, c’è distinzione tra dildo e vibratore. Di conseguenza, si considera “dildo” il giocattolo sessuale dedicato alla penetrazione, privo di qualsiasi elemento vibrante

I dildo possono favorire l’eccitazione di diversi punti chiave o zone erogene.

La stimolazione che cerchi o l’utilizzo che conti di fare di questi prodotti sono alcuni dei fattori da tenere in considerazione al momento di acquistarne uno.

È molto importante anche il materiale con cui è realizzato

ETIMOLOGIA

L’etimologia della parola Dildo è controversa. Molte sono le ipotesi che cercano di spiegare come e dove sia nata la parola. Cominciamo da quella che ci rende più orgogliosi: la parola Dildo potrebbe derivare da una storpiatura dell’italiano “diletto”. Un’altra possibilità è che derivi dalla parola inglese colloquiale “dill”, ovvero cetriolo, richiamando la sua forma e le sue dimensioni.

Dildo cos’è e come usarlo tutti i modelli:

-Realistici: imitano un pene in maniera, appunto, realistica. Spesso vengono realizzati sul modello di un pene particolare, per esempio quello di un attore porno.

Riproducono il glande, le vene e, a volte, anche i testicoli. Alcuni sono anche dotati di un sistema che permette di “eiaculare” un liquido speciale.

-Non realistici: ne esistono di forme diverse. Alcuni imitano forme naturali, da vegetali ad animali o parti di animali; altri hanno invece forme fantastiche o astratte.

-Per la stimolazione del punto G: sono appositamente pensati per stimolare il punto G femminile, quel punto quasi mitico, ma tra i più sensibili, all’interno della vagina. Hanno una forma incurvata per poterlo raggiungere durante la penetrazione.

-Anali: sono pensati per il gioco anale. Sono dotati di una base, una parte più ampia, per evitare che possano essere inseriti completamente nell’ano senza riuscire poi a rimuoverli.

-Per la stimolazione del punto P: sono pensati per la stimolazione del punto P maschile, cioè per stimolare la prostata mediante penetrazione anale.

-Doppi: sono pensati per una doppia stimolazione, per esempio di ano e vagina della stessa persona (doppia penetrazione). Ma possono anche essere condivisi tra due persone, stimolandole entrambe contemporaneamente.

-Strap-on dildo: sono pensati per essere utilizzati con una sorta di imbracatura, in modo tale che la donna possa penetrare l’uomo (il cosiddetto pegging) o un’altra donna, per via vaginale o anale

Dildo cos’è e come usarlo Con quali materiali sono realizzati i dildo?

Oggi, la maggior parte dei produttori utilizza materiali sicuri e testati, privi di ftalati.
Questi ftalati, composti chimici che si aggiungono ad alcuni materiali per renderli più flessibili, sono considerati potenzialmente pericolosi per la salute.
I materiali attualmente utilizzati per i sex toys, come dicevamo, non li contengono, ma è sempre meglio verificarlo.

Gelatina

Sono molto flessibili. Sono morbidi al tatto, talvolta anche appiccicosi.

Non sono inodori.

È un materiale molto poroso, cosa che complica le operazioni di pulizia e igiene.

Sono i più economici e finiscono col rovinarsi rapidamente con l’uso. Vanno utilizzati con lubrificanti a base di acqua.

PVC

Piuttosto flessibili, ma solidi.

Morbidi al tatto. Non sono inodori e sono anch’essi porosi.

Sono più durevoli di quelli in gelatina, ma finiscono comunque col rovinarsi con l’uso.

Anche se possono essere usati con lubrificanti a base di silicone, si consiglia di utilizzare quelli a base di acqua.

TPE (elastomero termoplastico) e TPR (gomma termoplastica)

Sono morbidi al tatto, flessibili ma solidi.

Non sono inodori e molto meno porosi dei due tipi precedenti.

Sono più igienici e durevoli, ma se non curati e conservati adeguatamente finiscono anch’essi per rovinarsi.

È necessario utilizzare lubrificanti a base di acqua.

Silicone

Flessibili ma solidi, molto morbidi al tatto. Non sono porosi, cosa che facilita le operazioni di igiene e disinfezione.

Sono inodori e ipoallergenici, purché il silicone sia di grado medicale.

Durano molto tempo conservandosi in perfette condizioni nonostante l’uso. Vanno sempre usati con lubrificanti a base di acqua.

Vetro

Sono duri, spesso con scanalature e ondulazioni.

Possono essere scaldati o raffreddati per aggiungere la stimolazione della temperatura ed esercitano una pressione decisa e sensuale nelle parti intime.

Sono inodori, non porosi e facili da pulire e disinfettare.

Sono molto durevoli, ma fragili (in caso di cadute e urti).

Possono essere utilizzati con ogni tipo di lubrificante.

Metallo

In generale, sono realizzati in acciaio inossidabile.

Duri, normalmente di forma incurvata per stimolare diversi punti con una pressione decisa.

Possono essere riscaldati e raffreddati per giocare con le sensazioni suscitate dalla temperatura.

Sono inodori, non porosi e facilissimi da pulire e disinfettare.

Sono molto durevoli, quasi eterni. Possono essere usati con qualsiasi tipo di lubrificante.

Ceramica

 Duri e, in molti casi, cavi all’interno, così da poterli riempire con acqua fredda o calda per stimolare con la temperatura.

Sono inodori, non porosi e facili da pulire. Sono durevoli, ma fragili (cadute e urti). Possono essere utilizzati con ogni tipo di lubrificante.

Come lavare e conservare un dildo?

Un dildo è pensato per penetrare e per giocare in alcune delle zone più sensibili e intime del corpo, come l’ano e la vagina.
Di conseguenza, l’igiene è fondamentale.
Devi lavarlo bene, con acqua e sapone neutro, prima e dopo ogni uso. Noi consigliamo l’utilizzo sempre di un toy cleaner, meglio ancora se igenizzante
Questo eviterà rischi di infezione e farà sì che il tuo giocattolo duri di più in perfette condizioni.I dildo realizzati in materiali non porosi, come silicone, vetro, metallo o ceramica, si possono lavare facilmente e di tanto in tanto vanno disinfettati.

Lo puoi fare con alcol o sterilizzandoli in acqua bollente per un paio di minuti. Poi, puoi asciugarli con un panno o uno strofinaccio. Nel caso del silicone, meglio lasciarli asciugare all’aria.

I dildo scelti da Àmanthy e perchè:

Àmanthy sceglie sempre il meglio per i suoi clienti e anche parlando di dildo non siamo stati da meno e vi spieghiamo perchè!

I nostri Dildo a marchio Silexd

Dildo realistici realizzati in silicone memory. Un tipo di silicone ultra soft a doppia densità, per una sensazione estremamente simile a quella reale

Dildo autoriscaldante Silicone Memory

Non è un semplice dildo. Ciò che ti sorpenderà sarà la sua particolare texture e consistenza: grazie al silicone memory il dildo risulta estremamente realistico al tatto.

Il corpo ricurvo di questo dildo realizzato dal marchio Silexd è ricoperto di nervature e rilievi, come se fosse un vero e proprio pene in erezione.

La punta del Dildo riproduce fedelmente la forma di un glande in modo da poter stimolare la vagina e raggiungere il punto g, ma anche per raggiungere i punti più sensibili del tuo orifizio anale

. Grazie alla ventosa infatti questo dildo può essere utilizzato anche come dildo strapon con un harness ed è utilizzabile anche per la penetrazione anale.

Fissarlo su una superficie liscia per poter usarlo senza avere le mani occupate.

Caratteristiche:

Thermo reactive: si adatta alla temperatura corporea

Grazie al suo memory silicone a doppia densità, riesce ad adattarsi al meglio alle forme del tuo corpo.

Stringendolo con le dita, potrai notare come il materiale si ammorbidisca sotto pressione. Una volta rilasciata la pressione, il dildo torna alla sua forma originale.

Per una sensazione incomparabile di piacere, questo dildo è stato riempito internamente con uno speciale materiale brevettato, il SilexPan che fornisce una maggiore flessibilità e una migliore densità.

Se messo in microonde per 30 secondi o a bollire per 2 minuti, il dildo diventa molto morbido. Se messo a congelare, diventa più rigido.

La superficie ricca di rilievi e venature ne fa anche un dildo realistico.

Non mancano poi un glande ben pronunciato con piegature interne, è facile da usare e da pulire.

Raccomandazioni

Se si usano per la penetrazione anale, non usarli poi nella vagina senza averli prima lavati bene.

Puoi anche usare un preservativo e poi buttarlo.

Se i batteri dell’ano entrano in contatto con la zona vaginale, possono provocare vaginosi e infezioni del tratto urinario.

Questo vale sia per l’utilizzo in solitaria che in coppia.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *