fbpx

Due coccole per me con sorpresa

Due coccole per me con sorpresa

Due coccole per me con sorpresa

Due coccole per me con sorpresa.

E’ appena andata via mia sorella portandosi con sé i bambini e mio marito, mmmmh, ma io non ho un marito…hahahaha 😊

E’ passato talmente tanto tempo, che non riesco a ricordare l’ultima volta che sono stata tutta sola in casa.

Ho appena spento la tv ed in questo momento regna il silenzio. Che pace, che tranquillità!

Sorseggio un drink sdraiata sul divano e libero totalmente la mente da qualsiasi pensiero.

Non mi sentivo così bene non so da quanto!

Aspetta, cosa sta succedendo?

Sento il mio clitoride formicolare sotto i jeans attillati ed il mio perizoma. I miei capezzoli si stanno indurendo e le labbra della patatina mi stanno implorando di essere riempite e soddisfatte.

Cosa faccio?

Fammi pensare…. Beh, non ho una reazione simile da tanto. Direi proprio che poso soddisfarle 😊

Le porte anteriori e posteriori sono chiuse, ma lascio le tende aperte, così il sole potrà baciarmi, tanto abito in campagna e di qua non ci passa quasi nessuno.

Ok… posso ritornare sul divano.

Sto immaginando che un passante sia entrato in casa mia per bere un bicchiere d’acqua e fare due chiacchiere. E’ alto, moro ed ha due occhi verdi penetranti.

Sono seduta sul divano, ho le gambe divaricate e le mani lentamente stanno affondando nei jeans. Sposto il perizoma e…

… e ammazza se sono bagnata!

OK, devo fare qualcosa a riguardo.

Giusto, ho nel cassetto il SATISFYER PARTNER MULTIFUN 3 WHITE, corro a prenderlo!

Wow, la mia piccolina mi chiama incessantemente….

Allora sbottono i jeans, li faccio scivolate lungo le gambe e li tolgo. Poi tolgo anche la canotta ed il reggiseno.

Sono nuovamente sul divano. Le mie gambe sono aperte ed i miei capezzoli durissimi.

Accendo il mio giochino e lo passo prima sui capezzoli turgidi.

Che sensazione fantastica!

Le vibrazioni circondano il mi capezzolo, lo sento vibrare ed indurirsi sempre di più.

Intanto faccio scivolare le dita della mano sinistra verso il basso, fino a quando i miei polpastrelli non trovano le mie grandi labbra.

Ci gioco, le sfioro, alternando leggero solletico e piccole pressioni. Le allargo e giro intorno alla protuberanza ora dura del mio clitoride.

Aumento deliberatamente ogni centimetro di erotismo, costringendo la tua mente a pensare di fare l’amore con quello sconosciuto.

Così, giro il mio giocattolo, lo riempio di lubrificante e delicatamente lo faccio entrare nella mia vagina.

Entra ed esce tante volte. La vibrazione accentua il mio godimento.

La sento super bagnata e gli spasmi di piacere aumentano sempre di più.

Lo immagino, lui sopra di me, mentre i suoi occhi mi penetrano, insieme al suo cazzo.

Oddio, sì, come godo! Oddio ancora, non voglio smettere. Inizio a gemere sempre più forte.

Aspetta, cos’era quel rumore?

Apro gli occhi e davanti la mia finestra, dietro la staccionata di casa, c’è un uomo che mi guarda.

Cosa faccio?

Sto godendo troppo per smettere, non voglio smettere. Ed anche lui mi urla “continua”… mentre tira fuori il suo pene ed inizia a toccarsi. Non posso non accontentarlo!

Così continuo… il mio satisfyer continua il suo lavoro… entra ed esce dalla mia fica… l’altra mano sui capezzoli… i miei occhi sul cazzo dello sconosciuto…fino ad esplodere di piacere.

Allora lui mi guarda e mi chiede di mettermi a 90°.

Io voglio ancora godere.

Così apro la porta finestra, mi dirigo verso di lui, mi giro ed incastro il mio culo nelle assi della staccionata.

Lui mi dice “sei sicura?”, io gli rispondo “scopami”.

Sento il suo cazzo duro come il marmo possedermi il culo. E spinge, spinge, spinge fino a venire.

Il mio desiderio di soddisfazione è totalmente appagato.

Pensieri sporchi, immagini oltraggiose, potere, controllo, abuso con uno sconosciuto… questo pomeriggio ho fatto tutto ma non me ne pento.

E’ la mia giornata e faccio ciò che mi fa stare bene!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *