fbpx

Il mio bagno sexy per rilassarmi meglio

Il mio bagno sexy per rilassarmi meglio

Il mio bagno sexy per rilassarmi meglio

Il mio bagno sexy per rilassarmi meglio:

La giornata era stata lunga e faticosa, così decisi di prepararmi un bel bagno caldo, spumeggiante e rilassante.

Uscii dal soggiorno e salii le scale (sbottonandomi il vestitino).

Quando arrivai in bagno, avevo ormai in dosso solo il mio perizoma.

Mi raccolsi i capelli da un lato, mi chinai ed iniziai a riempire la vasca con l’acqua ed i miei meravigliosi sali da bagno (questa volta scelsi Aphrodisia).

Nell’attesa accesi 2 candele e dolcemente iniziai a sfilare anche il perizoma; scendeva lentamente accarezzandomi come un petalo. Tutto doveva coccolarmi e rilassarmi!

Vidi l’acqua arrivare al giusto punto, così la chiusi ed immersi un dito del piede nel calore confortante, che la vasca emanava, e decisi che era perfetta.

Entrai, mi sdraiai e chiusi gli occhi.

Amavo questo momento della giornata! Un’opportunità per separarmi dal resto del mondo e fermare tutti i pensieri diversi dalle sensazioni calmanti e lenitive che immediate iniziai a provare e che si riversavano su di me, sul mio corpo e sulla mia mente.

Il calore che si diffondeva lungo tutto il mio corpo, ma non era sicuramente dovuto solo al bagno.

Così scherzosamente feci scivolare la mia mano lungo il mio corpo, fino ad arrivare al clitoride. Sentii subito che si stava lentamente indurendo.

Piccoli brividi iniziarono a percorrere la mia schiena.

Allungai l’altra mano e presi un capezzolo, scivoloso e insaponato, tra le dita e lo strizzai. Mentre le mie dita allargavano le grandi labbra per godere appieno del clitoride.

La mia mente stava scivolando lungo fantasie sempre più sexy.

Allora, allungai la mano, aprii il cassetto del mobile lì accanto e presi il mio Vibratore Happy Loky Ducky. E con la testa sdraiata contro il bordo superiore della vasca, i capelli metà bagnati e metà asciutti gettati all’indietro in un disordine selvaggio, gli occhi chiusi… lo appoggiai sul mio clitoride durissimo. Sentii scosse forti e profonde che collegavano il mio clitoride e il mio punto G.

I respiri si fecero irregolari, lasciando posto a gemiti sempre più intensi. Un forte calore mi pervase.

Non riuscivo trattenere le urla di piacere… anzi non volevo assolutamente trattenermi.

Poco dopo il brivido rallenta pian piano, il mio respiro torna alla normalità, mentre il dolce nettare fuoriesce dalla mia vagina.

Il mio corpo era placato, rilassato e la mia mente soddisfatta e vuota.

Rimasi lì ancora un po’…a godermi il profumo dei miei Sali e delle mie candele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *