L’orgasmo di una donna non è una ricompensa

L’orgasmo di una donna non è una ricompensa

L’orgasmo di una donna non è una ricompensa: Un “vero uomo” deve: costruire una casa, piantare un albero, generare un figlio (eterosessuale) ed essere in grado di portare una donna all’orgasmo.

Aspetta cosa?!

Si scopre che molto spesso gli uomini che fanno sesso con donne nell’orgasmo dei loro partner vedono la conferma della propria mascolinità, come dimostra il “Journal of Sex Research”.

Mi imbatto nel fenomeno del trattamento dell’orgasmo femminile come una stella d’oro per lo sforzo fatto per soddisfare il mio partner abbastanza regolarmente. Innumerevoli volte, ho anche incontrato un senso di superiorità rispetto ad altri ragazzi di coloro che dichiarano di amare il cunnilingus, le donne migliori e che potrebbero leccare la figa per ore – come se il desiderio di concentrarsi sul piacere femminile fosse un fenomeno raro.

Dopotutto, il corpo di una donna è stato a lungo descritto come estremamente difficile da usare, quindi il ragazzo che ha avuto l’opportunità di partecipare a un orgasmo femminile, molto probabilmente ha infranto un codice complicato *.

Proposta? Il piacere di un partner spesso non è per lei, ma per lui.

Mancanza di orgasmo in un partner come fallimento personale

Certo, questo fenomeno non si applica assolutamente a tutti gli etero e mi rendo conto che con questo post metto un bastone nel formicaio. Tuttavia, so cosa faccio, perché tra il desiderio di dare e ricevere piacere perché il piacere dovrebbe essere l’obiettivo primario di fare sesso e aspettare l’orgasmo di una donna per sentirti realizzato nel tuo ruolo immaginario di amante, c’è una linea davvero sottile.

Prova? Per chi non ha mai tentato una volta di spremere l’orgasmo da una donna. tutti. prezzo. combinato con l’immagine della maestà, quando questo orgasmo non è apparso, lascia che prima lanci la pietra.

E questa è davvero la vita sessuale quotidiana di migliaia di donne che fanno sesso con uomini.

Proprio come il ricatto, che il partner non verrà fino a quando il partner non sarà in cima.

Bene, nessuna pressione. A causa di questi comportamenti apparentemente altruistici, molte donne sentono che senza peeling, privano i loro partner di un po ‘del piacere del sesso – ecco perché è così comune per loro far finta di orgasmi

 A volte, c’è anche la voce di una vergine, una carta in bianco del partner, che può essere scritta sessualmente, che impara a provare piaceri fisici.

In questo scenario, il piacere di una donna diventa qualcosa che solo un partner può ottenere da lei.

Ma non è tutto – molto spesso deve essere una delizia che appare e suona in un certo modo (come nei film pornografici o come nel caso di un’ex-padrona) o si verifica a seguito di trucchi specifici – altrimenti iniziano i dubbi e le domande sulle esperienze del partner

lo stesso vale per il desiderio di dare a un partner un piacere tale che nessuno le ha mai fatto prima.

Questa competizione con i fantasmi del passato può avere la sua origine sia nella paura che questi precedenti partner abbiano fallito, quindi sono precedenti, quindi la corrente deve mostrare di più, sia nel desiderio di confermare il suo status di amante illuminato ed efficace.

Incolpo la cultura La nostra cultura coltiva e promuove ancora un modello di sessualità orientato alle prestazioni. Quello secondo il quale un uomo deve essere in grado di raggiungere e mantenere un’erezione sempre e ovunque, essere pronto a fare sesso in qualsiasi momento del giorno o della notte.

Pertanto, gli uomini codificano applicazioni come: “Devo essere in grado di eiaculare”, “Devo essere in grado di penetrare il mio partner”, “Devo desiderare il sesso con molte donne”.

Pertanto, un uomo non ha il consenso culturale di non voler fare sesso, di non perseguirlo, di non esserne interessato. Un altro problema è che la sessualità cis-maschio intesa in questo modo è ancora un punto di riferimento per la sessualità femminile (se non addirittura la sessualità) – dal concentrarsi sulla penetrazione e rendendola il punto centrale dell’intimità per due, a lavorare su un Viagra rosa che aiuterebbe le donne fare sesso “come gli uomini”, separando le prestazioni sessuali (cioè la capacità di penetrazione) dalla vera eccitazione.

Come si parla di sesso agli uomini?

Di recente mi sono rinfrescato leggendo il suo orgasmo per primo dal Dr. Ian Kerner. Sono stato colpito dalla frequenza con cui l’autore usa in questo libro frasi relative alla gratificazione maschile nel contesto della leccata di figa (come se qualcuno non lo sapesse, questo è ciò di cui parla il sesso orale).

Accanto ai frammenti sotto i quali mi sarei firmato con tutti gli arti, compreso criticando la penetrazione come unico modo per comprendere il sesso, incoraggiandoli a cambiare la propria linguistica sessuale, Kerner descrive felicemente l’orgasmo di una donna come una ricompensa per i suoi sforzi, come risultato del lavoro svolto da un uomo.

Forse pensava che in questo modo sarebbe stato più facile raggiungere il destinatario maschio?

Alla fine annunciò che il cunnilingus era solo una piccola leccata per un uomo, ma una grande leccata per l’intera specie femminile (qualunque cosa intendesse con lo stesso).

Il suo orgasmo non è una ricompensa

Ci sono uomini che deliziano le donne totalmente da qualche parte, ma ci sono anche quelli a cui importa così tanto che si dimenticano completamente del partner stesso. Che il suo orgasmo appartiene solo a lei.

Che è influenzato da vari fattori, non solo dalle abilità del suo partner.

La gioia che la mia compagna ha raggiunto il picco è una cosa, la gioia che ha raggiunto il picco (solo) grazie a me – l’altra.

Certo, probabilmente tutti, indipendentemente dal sesso, hanno avuto momenti di convinzione che ha mostrato all’altra persona carezze così noiose che non aveva desiderio di nient’altro **.

Vale la pena ricordare, tuttavia, che non siamo solo la somma delle nostre conquiste e conquiste sessuali, ed è meglio praticare un sano egoismo a letto piuttosto che un altruismo malsano e ossessivo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *