Orgasmo multiplo maschile

Orgasmo Multiplo Maschile | Sexy Shop Online | Àmanthy

Orgasmo multiplo maschile

Orgasmo multiplo maschile: Molto spesso gli uomini associano il culmine del piacere con l’eiaculazione, ignorando che possono provare delle sensazioni molto più intense se riescono a non espellere il liquido seminale al termine di ogni rapporto.

Se è vero che molte donne faticano a raggiungere l’orgasmo è altrettanto vero che con gli esercizi e con la pratica, possono arrivare anche a degli orgasmi multipli.

Anche gli uomini possono

Nel mondo occidentale questa semplice verità è stata a lungo dimenticata.

Cos’ è innanzitutto l’orgasmo multiplo? Il termine si riferisce alla possibilità di raggiungere più orgasmi durante lo stesso rapporto sessuale.

Per la precisione l’orgasmo multiplo può essere di due tipi: sequenziale e multiplo.

Il primo consiste nel raggiungere il culmine del piacere a più riprese in diverse sessioni di stimolazione.

Il secondo durante la stessa senza mai smettere.

Ciò significa che se durante il rapporto sessuale si raggiunge l’orgasmo e si continua fino a raggiungerne uno nuovo, si sta avendo un orgasmo multiplo, il più ambito.

Nel caso dell’orgasmo multiplo sequenziale, c’è un breve lasso di tempo tra un rapporto e il successivo.

Come diciamo sempre. ogni individuo è un mondo a parte, ma ciò che sappiamo è che la risposta sessuale dipende dallo stato fisico, emotivo e mentale di ciascuno.

Allo stesso modo l’orgasmo multiplo dipende dal contesto, la pratica, il tipo di stimolazione e la capacità orgasmica della persona.

Nonostante la scienza abbia ancora molto da scoprire al riguardo, possiamo affermare che nella donna la facilità di avere orgasmi multipli è legata all’assenza di bisogno di un periodo refrattario

Cos’è  il periodo refrattario?

Il tempo che passa dopo aver raggiunto un orgasmo prima di avere una nuova erezione. Questo è il principale ostacolo maschile al raggiungimento dell’orgasmo multiplo.

Esistono uomini che hanno periodi refrattari molto brevi e che riescono a eiaculare quantità sempre minori di sperma a distanza di minuti, ma si tratta di una ridotta percentuale di pochi fortunati.

Orgasmo multiplo maschile, come facilitarlo:

Si può andare alla ricerca di piaceri prolungati semplicemente esercitando i muscoli pubococcigei, ovvero i muscoli che si usano per trattenere la pipì, con gli esercizi di Kegel e imparando a riconoscere l’attimo di non ritorno.

Una possibilità sta nel fare sesso al mattino perché è il momento della giornata in cui il testosterone è più alto: l’uomo ha riposato e di conseguenza ha l’energia necessaria a raggiungerlo.

Fondamentale è l’allenamento, a partire dalla masturbazione, per abituare il corpo ad avere più orgasmi.

Un altro metodo per aumentare la probabilità di raggiungere un orgasmo multiplo è avere rapporti sessuali più lunghi che permettono all’uomo di accorciare il periodo refrattario e continuare con la stimolazione.

Tao e Tantra

il Tao e il Tantra propongono una sessualità molto diversa da quella occidentale.

Entrambi, per motivi diversi, hanno sviluppato pratiche legate al prolungamento del coito e quindi dell’erezione maschile studiando metodi per raggiungere il multiorgasmo.

Secondo il TAO, lo sperma è depositario dell’energia vitale e per tale ragione va conservato il più possibile all’interno del corpo.

Questa convinzione ha portato i taoisti a sviluppare una serie di tecniche per impedire l’eiaculazione: dal semplice coito interrotto alla pressione della zona tra lo scroto e l’ano, ovvero il perineo, fino ad arrivare alla contrazione dei muscoli del perineo stesso.

Il tantra promuove un differente approccio al sesso secondo il quale l’orgasmo semplicemente non è lo scopo del rapporto sessuale.

Il sesso tantrico si basa su un contatto protratto tra i due partner, che non necessariamente implica un rapporto sessuale così come lo intendiamo generalmente.

Basta il contatto fisico del pene dentro la vagina per un tempo sufficientemente lungo a innescare una sorta di ‘reazione chimica’ tra i corpi dei due partner che porta a una sensazione di godimento che pervade tutto il corpo.

Questa chimica è definita orgasmo di valle per distinguerla dall’orgasmo culminante cui siamo abituati.

Orgasmo multiplo maschile esercizi di Kegel

Gli esercizi di Kegel per l’uomo sono stati ideati dal ginecologo Arnold Kegel e sono delle contrazioni volontarie dei muscoli del pavimento pelvico.

La zona pelvica si trova tra le ossa del bacino e comprende i muscoli e i legamenti che danno sostegno agli organi dell’apparato urinario e riproduttivo.

La parte inferiore del bacino, che si chiama perineo, è costituita da tessuti molli e muscolari, disposti su tre livelli che formano una sorta di rete.

Svolge una funzione molto importante, cioè quella di sostenere la vescica, l’utero e il retto.

Il muscolo pubococcigeo è uno di quelli più importanti, perché controlla l’emissione di urina, ma anche le contrazioni che vengono provocate dall’orgasmo.

La prima cosa da fare è individuare la zona giusta da contrarre, ovvero il muscolo pubococcigeo:

  • sedetevi, o sdraiatevi in modo da rilassare completamente i muscoli delle cosce; a questo punto provate a contrarre l’anello muscolare che si trova intorno all’orifizio anale; per farlo dovete immaginare di trattenere le feci, poi rilasciate il muscolo.
  • durante la minzione provate a interrompere il flusso e poi avviatelo di nuovo.

Questa tecnica serve solo per individuare i muscoli giusti. Gli esercizi di Kegel veri e propri consistono in:

contrarre i muscoli del pavimento per 5 secondi

rilassare i muscoli per 10 secondi (il tempo di rilascio muscolare deve essere sempre il doppio di quello di contrazione)

ripetere per 10 volte, mattina, pomeriggio, sera

Non esistono controindicazioni per gli esercizi di Kegel per l’uomo, purché vengano eseguiti senza esagerare, non bisogna infatti superare le 30 contrazioni al giorno.

Orgasmo multiplo maschile e sex toys

L’uso di un sex toy può aiutare a mantenere l’eccitazione dopo il primo orgasmo.

Ovviamente la capacità di provare l’orgasmo multiplo può raggiungersi quasi subito o dopo settimane di pratica, quindi non avere fretta.

Indubbiamente dipende molto dalla consapevolezza sessuale e dal grado di conoscenza del  corpo, delle sue zone erogene, dei meccanismi, fisici e mentali che scatenano il piacere.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri chat
Hai Bisogno di aiuto?
Ciao ✋
Sono qui se hai delle domande...