Orgasmo

Orgasmo

Orgasmo 

Orgasmo. Quanti universi esistono in questa vita.

L’uno all’interno dell’altro, uniti e divisi da un’ energia indefinibile…ma palpabile e illuminante.

Un universo, un’ emozione…sospesa nel tempo.

Come una porta socchiusa da cui esce una luce che ti attira così il tuo sguardo mi accende e passeggiando sospeso a 3 metri da terra ti seguo….Sfiorarsi senza avere un’immagine negli occhi.

Estate e primavera si fondono anche fosse pieno inverno.

Scendo con le mani lungo il tuo essere donna e l’universo che prima mi aveva accolto dolcemente con cautela e curiosità finisce proprio nel punto in cui inizia la passione.

Un altro universo.

In questa dimensione gli odori e i sapori sono amplificati.

Non esiste concerto o dipinto che possa essere paragonato al desiderio di fondermi nel tuo ego.

Nella tua dimensione.

Tutto fuori tace.

Tutto attorno è immobile.

Il mondo non si è fermato…si è solo concentrato in noi.

I pensieri diventano irrazionali e ti spingono verso carnalità e istinto animale.

Tu sei la preda…io il cacciatore…e poi sono io che fuggo e tu che mi rincorri.

I vestiti si sciolgono nel nostro ardere diventando fuoco e brace.

Calde e umide le tue labbra sembrano parlarmi e chiedermi d’essere uomo.

Si ha voglia di correre…ma controllando la strada da percorrere.

E’ un gioco senza regole, un gioco d’azzardo in cui la posta è altissima..una droga che non crea dipendenza…ma che dona la felicità.

La pelle trasuda leggerezza.

Ho voglia di sentirti ipnotizzato …una magia compiuta con tutto me stesso.

Quella corsa che prima seguiva i binari di un treno ora ha rotto gli argini e utto appare senza direzione.

Ti prendo e ti faccio mia….ti porto nel mio universo…segnali di vita eterna.

Ora il nostro desiderio è diventato bisogno.

Tutto accelera alla velocità della luce.

Ci si ferma sospesi nel tempo. Si prova a controllarsi per rendere questo mondo eterno…ma è solo questione di attimi, perché il nostro essere animali prende il sopravvento.

La passione esce dalla tua voce…la timidezza è una parola che perde di significato…e io ascolto il tuo corpo che si muove al ritmo del tuo sognare con gli occhi socchiusi.

Non si resiste oltre…i corpi si fondono. E’ l’universo di tutti gli universi attraversati. Il mio corpo vorrebbe parlarti…il mio respiro vorrebbe inebriarti.

Il tempo passa e non ci si accorge se la fuori qualcosa o qualcuno sta vivendo.

Tutto si amplifica…tutto brucia. Il cuore batte…e  il tuo essere totalmente donna ne è il carburante. 

Un uragano, un terremoto, un temporale, un tramonto, un alba, un bicchiere di alcool puro infuocato, sei tutto questo e oltre.

I miei occhi ti osservano e attendono l’attimo in cui tutto non avrà più un senso…come trovarsi al centro di una tempesta in cui tutto tace…e poi il fulmine che accende la vita.

Un fiume in piena esce dalla tua gola…la musica più eccitante che esista. Il canto di una sirena che ti ruba la ragione.

Attimi lunghi come una vita parallela vissuta senza conoscere ne la nascita ne la morte.

Mi lascio avvolgere dal tuo tremare e seguo i tuoi gemiti come una freccia che mi indica la strada. 

Piano piano quel fiume che ha rotto gli argini si ritira e torna nel suo letto.

L’acqua ora è calda e pulita…bisogna immergersi fino alla mente e goderne più che si può.

A volte il senso della vita ha una risposta…ma non c’è dato sapere in quale lingua sia scritta.

L’universo forse ha avuto inizio dall’esplosione della materia…ma tale esplosione non può descrivere la forza che il tuo corpo emana nell’attimo in cui tutti i tuoi sensi si fondono. E ci si sente padroni dei noi stessi.

Il silenzio ci riporta sulla terra…:-“dove siamo stati ? “-

Non lo sappiamo….ma conosciamo bene la strada per ritornare in quell’universo…

….e allora tutto può ricominciare, purificandosi  e sciogliendosi….in te.

D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri chat
Hai Bisogno di aiuto?
Ciao ✋
Sono qui se hai delle domande...