fbpx

Perché le donne non iniziano il sesso?

Perché le donne non iniziano il sesso?

Perché le donne non iniziano il sesso? Quali sono i tipi di desiderio sessuale e perché dovresti conoscere i tuoi.

“Qualcosa non va nel mio desiderio”, “il mio partner è dispiaciuto per lui che deve prendere sempre l’iniziativa”, “Mi piace il sesso, ma spesso mi sento da solo” – queste sono frasi che vengono spesso date nei party.

Molte donne si danno la colpa per non sentirsi eccitate  e quindi non iniziare il sesso.

Non è raro che la lussuria appaia quando una seconda persona inizia a ingrandire.

Perché sta succedendo?

Il sesso volontario è raramente spontaneo

Molte persone sono convinte che il desiderio di sesso dovrebbe apparire spontaneamente – e quindi all’improvviso e senza annuncio. La responsabilità di diffondere questo mito è sulle spalle della cultura popolare.

Secondo Emily Nagoski, autrice del libro “Ha capito”, la verità è, tuttavia, che circa il 15% delle donne (ma anche circa il 75% degli uomini) prova desiderio spontaneo. Poco più del 30% delle donne ha un desiderio reattivo.

Tuttavia, quasi la metà di essi, a seconda della situazione, del contesto o del momento della vita, può provare l’uno o l’altro tipo di desiderio. Gli studi dimostrano che ci sono anche circa il 6% delle donne che non provano alcun tipo di desiderio.

Ovviamente, i dati presentati sono stime. Tuttavia, mostrano che una piccola percentuale di donne prova un desiderio spontaneo di fare sesso, cioè quello che molte persone considerano la “norma”.

Ecco perché è estremamente importante capire come funziona il desiderio reattivo

Desiderio reattivo – o cosa?

Il corpo prima reagisce e poi la mente segue. Immagina di non aver voglia di fare una passeggiata.

L’altra persona, tuttavia, ti esorta a uscire di casa – racconta dove puoi andare, inizia persino a vestirsi e indossare le scarpe.

Le sue azioni ti fanno arrendere e andare a fare una passeggiata con lei – fondamentalmente il tempo è bello, il sole splende e sarai felice di riposare all’aria aperta.

Quando esci e inizi a camminare, si scopre improvvisamente che hai scelto questa passeggiata e ti rende felice. Ecco come funziona il desiderio reattivo.

Ochota appare mentre si impegna nel sesso iniziato dall’altra persona nel giusto contesto, cioè in risposta ai suoi baci, al suo tocco, alle sue carezze.

Cominciamo a provare lussuria, anche se in precedenza pensavamo di non aver voglia di sesso

. Quindi il corpo prima reagisce e poi la mente lo segue.

Nel caso del desiderio spontaneo, è vero il contrario: la brama nasce nella testa. È interessante notare che viene spesso sperimentato all’inizio di una relazione, quando funziona la cosiddetta “chimica dell’amore”, nonché durante l’ovulazione. Vale la pena sottolineare che entrambi i tipi di desiderio sono i più sani e normali.

 Perché le donne non iniziano il sesso? Perché vale la pena conoscere il tuo tipo di desiderio?

Nella mia esperienza sessuologica, molte persone che imparano che ciò che sperimentano sono chiamate desiderio reattivo e come funziona, si sentono sollevate.

In precedenza avevano pensato di avere una libido ridotta – spesso simili accuse venivano fatte nella loro direzione dal partner. Le denunce riguardavano anche il fatto che non avevano iniziato il sesso da soli.

Il desiderio reattivo, tuttavia, non significa mancanza di desiderio per il sesso, ma il fatto che il desiderio arriva quando la seconda persona inizia la relazione.

La conoscenza del tipo di desiderio che sperimentiamo più spesso ci consente di determinare chi inizia il sesso e quando. Parlarne può aiutare a dissipare molti dubbi e ipotesi ed evitare cortocircuiti su questo sfondo

L’importanza del contesto

L’aspetto del desiderio reattivo dipende dal contesto in cui è iniziato il sesso.

Il contesto non è altro che condizioni che favoriscono il ravvicinamento. Quando una persona viene da me con un ridotto desiderio di sesso, chiedo quando succede il sesso.

Si scopre che in molti casi il partner inizia il sesso in condizioni che non le consentono di essere coinvolto in esso – ad esempio la sera dopo un’intera giornata di lavoro, quando il bisogno più grande della persona è il sonno.

Quindi stiamo iniziando a pensare al giusto contesto. Di solito chiedo l’esercizio (l’ispirazione viene dal libro “Ha forza”), che consiste nel creare due colonne e elencare i fattori che favoriscono il rapporto sessuale e quelli che inibiscono.

Per identificare il primo di essi, puoi ricordare o descrivere il sesso che è stato soddisfacente per noi e pensare a cosa lo ha reso così.

Allo stesso modo nel secondo caso – possiamo ricordare il sesso senza successo e pensare al motivo per cui è successo. Tali fattori possono davvero essere tutto: il nostro umore, l’ora del giorno, l’atmosfera, lo stress, l’umore, la fatica, le caratteristiche del partner, la qualità delle relazioni, le tecniche sessuali, i pensieri emergenti … e molto altro. Una volta che conosci i fattori che ci rendono più propensi a fare sesso, è bene parlare con loro dell’altra persona.

Questo si occuperà di loro durante l’inizializzazione e la pianificazione dell’approccio.

Sono anche informazioni su quando il nostro coinvolgimento nel sesso sarà difficile o addirittura impossibile

Dai una possibilità al tuo corpo

Comprendere che il tipo di desiderio che sperimentiamo più spesso è il desiderio reattivo, da un lato, porta il sollievo menzionato.

D’altra parte, è necessario il consenso interno per l’altra persona per iniziare la relazione prima di dire che non abbiamo voglia di sesso. Vale la pena dare una possibilità al tuo corpo. Ho consultato molte volte persone che non erano coinvolte nel sesso perché aspettavano la lussuria spontanea.

Non sentendolo, hanno automaticamente rifiutato il sesso.

Quindi non hanno avuto la possibilità di sentirsi coinvolti nel petting avviato da un’altra persona.

Ecco perché è così importante provare almeno senza dimenticare il giusto contesto. Inizialmente, possiamo iniziare con le carezze stesse, sostenendo che non devono finire nel sesso. Vediamo cosa succede.

E se il desiderio non appare – diamo a noi stessi il tempo e il consenso che a volte lo sarà.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *