Psicologia della sottomissione

Psicologia della sottomissione

Cosa c’è dietro la psicologia della sottomissione?

Il sesso è di per sé un gioco di potere, sempre. Ma cosa succede quando si va alla ricerca del fattore psicologico che c’è dietro questo rapporto di dominazione e sottomissione?

Non esistono dom e sub soltanto nel panorama BDSM. Ogni volta che abbiamo un rapporto sessuale, anche senza rendercene conto, mettiamo in atto un gioco di potere tra una parte che domina e conduce i giochi, e una che “subisce” – più o meno passivamente.

Psicologia della sottomissione: Il feticcio

C’è chi si eccita guardando i piedi (e qui si potrebbe aprire un mondo, ma sorvoliamo), chi ama le calze in nylon, chi ha la passione per i tacchi a spillo o gli abiti in latex: insomma i feticci possono essere diversi, e di vario genere. Cosa li accomuna tutti quanti? L’implicazione psicologica che c’è dietro. Se a qualcuno piace che il partner gli sbatta i piedi in faccia non è il piede in sé a coinvolgerlo sessualmente, ma il contesto mentale che si innesca. In questo caso il soggetto ha fantasie di sottomissione, gli piace cioè che il partner prenda in mano le redini del rapporto sessuale.

Talvolta questa sottomissione sfocia anche nell’umiliazione: alcune persone amano sentirsi trattare a “pesci in faccia”: il partner deve quasi ridicolizzarli, per farli felici e contenti. Va da sé che il piede, la calza, il latex, diventano simboli, emblemi di qualcos’altro.

Le parafilie

Per parafilia si intende un interesse sessuale fuori dal comune. Si tratta quindi di pratiche che vengono considerate sessuali, ma che non sempre comprendono un rapporto completo. Molto spesso vengono considerate, a sproposito, delle perversioni – in quanto molto lontane dalla classica idea di rapporto sessuale intrinseca in noi. Anche in questo caso, come per il feticcio, non si tratta di amare una certa pratica per quello che è, ma per ciò che comporta su un piano puramente mentale.

Pensiamo per esempio al sadomasochismouna pratica che consiste nell’infliggere dolore fisico sul partner per portalo all’eccitazione. In questo caso si vive il dolore come una forma di controllo e potere da esercitare sull’altro. Ovviamente il tutto deve avvenire con il benestare dell’altra persona: il partner è sempre consenziente, e si sottopone alle pratiche per sua spontanea volontà.

Al termine della sessione il dominante può decidere di premiare il sottomesso, con premi, coccole, attenzioni o favori sessuali per esempio.

Psicologia della sottomissione e senso di colpa

Molto spesso le persone che hanno un feticcio fanno fatica a parlarne, specie con il proprio partner. Temendo un giudizio o una critica, preferiscono soffocare la loro passione pur di non subire un rifiuto. Oppure ancora parlandone si trovano un muro davanti, che li fa chiudere in se stessi. Nasce nella testa di chi ha fantasie simili una sorta di senso di colpa. I dominanti arrivano a sentirsi sadici, inadeguati, quasi come se le proprie fantasie fossero frutto di una qualche perversione sessuale. Chi viene sottomesso invece non vuole apparire debole e vulnerabile, specie se è un uomo.

Una società di stampo patriarcale, che spinge i maschi verso un machismo estremo e deleterio, non può accettare che – almeno in camera da letto – un uomo venga “messo sotto” da una donna. Dinamiche di questo tipo vengono nascoste e ignorate, per conformarsi in una società che vuole le donne sempre accondiscendenti e pronte a soddisfare gli uomini, forti, duri e in possesso del pieno controllo.

Tutto questo accade soprattutto perché ci sono ancora tanti tabù a riguardo, specie nel nostro Paese. Basti pensare a come sia poco sviluppato il panorama BDSM in Italia, e a come sia tenuto in gran segreto quasi fosse qualcosa di cui vergognarsi. Abbattere questi muri è il primo passo per godere di una sana sessualità, libera da ogni giudizio e appassionata.

Psicologia della sottomissione

Dominanti, sottomessi e switch

Molto spesso chi ama dominare a letto, magari anche con una vena di sadismo, nella vita reale appare chiuso, timido, talvolta prevaricato da altre personalità più forti – specie in ambito professionale. Chi predilige la sottomissione invece di solito nella vita quotidiana riveste cariche importanti, ha una professione di alto livello, ed è in generale una persona rispettata, ferma e decisa. Si cerca in questo caso nel sesso quella spensieratezza, quello scarico di responsabilità, che nella realtà non si riesce a perseguire.

In tutti e due i casi è come se nella sessualità si andasse alla ricerca di qualcosa che nella vita di tutti i giorni viene meno, come il potere o al contrario la spensieratezza e lo scarico dalle responsabilità. Il gioco di ruolo si conferma come una fantasia prettamente mentale, e il sesso come un’evasione dalla realtà.

Si definiscono switch coloro che non hanno preferenze tra dominare o esser sottomessi, ma agiscono in funzione di chi hanno di fronte. Possono essere dominanti con chi è sottomesso, e viceversa. Questo repentino cambio delle volte è sinonimo di una personalità spesso indecisa, o comunque trasformista – e che sa adattarsi alle più disparate situazioni. La loro eccitazione deriva dal soddisfare il partner, indipendentemente dalla pratica e dal ruolo che dovranno ricoprire.

Psicologia della sottomissione: conclusioni

In base al proprio trascorso e alla propria indole ci si può orientare verso un ruolo dominante o uno sottomesso, o perché no entrambi (nel caso del soggetto switch). In ogni caso le persone che amano questo tipo di gioco di ruolo lo fanno per la sua lettura psicologica, e non per la pratica in sé. Puntare il dito o dare giudizi affrettati su queste persone è sciocco, inutile e – se si tratta del proprio partner – controproducente.

Qualunque sia il ruolo che ami interpretare nel nostro shop troverai i prodotti che fanno al caso tuo!

Resta sempre aggiornato sugli ultimi contenuti del nostro blog, e sulle novità dello shop: seguici sui social!

Facebook: Amanthy
Instagram: @amanthy_official

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non stavi lasciando il carrello così, vero?

Inserisci i tuoi dettagli qui sotto per salvare il tuo carrello per dopo. Chissà, forse ti invieremo anche un dolce codice sconto :)

Apri chat
Hai Bisogno di aiuto?
Ciao ✋
Sono qui se hai delle domande...