Riabilitazione del pavimento pelvico

Riabilitazione Del Pavimento Pelvico

Riabilitazione del pavimento pelvico

Riabilitazione del pavimento pelvico: Cos’è il pavimento pelvico e perché è così importante?

I muscoli del pavimento pelvico, posizionati tra il coccige e il bacino, sostengono gli organi pelvici come la vescica, l’intestino, l’utero e la vagina.

Si tratta di un gruppo di muscoli, che forse non avete mai sentito nominare fino ad adesso ma le cui buoni condizioni aiutano aiutano a migliorare la qualità della vita.

Cause d’indebolimento:

I muscoli del pavimento pelvico possono indebolirsi per per diversi motivi: parto, sport, menopausa, sovrappeso ecc.

Inoltre se questi muscoli non sono abbastanza esercitati, si indeboliscono progressivamente nel tempo.

I problemi relativi all’area pelvica sono estremamente nascosti.

Le cattive condizioni di questa piccola, ma importante parte muscolare possono causare: incontinenza urinaria, mal di schiena, prolasso genitale.

Riabilitazione del pavimento pelvico, come si può rafforzare?

Per quanto all’inizio possa sembrare strano, questi muscoli possono essere rafforzati e tonificati attraverso particolari esercizi che prendono il nome dal Dottor Kegel, che sviluppò una tecnica per migliorare il pavimento pelvico, seguendo uno specifico gruppo di attività ed esercizi.

Se praticati regolarmente, i risultati saranno raggiunti e apprezzabile in appena 2 o 3 settimane.

Per monitorare e tenere sotto controllo questi muscoli esistono alcuni programmi di esercizi, che tendono ad essere attività discrete che nessuno noterà al momento in cui vengono effettuate, oppure mentre usate degli attrezzi specifici.

Il pavimento pelvico può essere tonificato e ripristinato in ogni momento o situazione.

Cause

Parto e post parto con pavimento pelvico forte e in salute

La gravidanza e il parto possono lasciare conseguenze che potrebbero durare a lungo per il pavimento pelvico, quindi è fondamentale monitorare le condizioni dei suoi muscoli, durante un momento cos’ importante.

Durante la gravidanza l’ormone del rilassamento, distende i tessuti del vostro corpo in maniera che questi possano espandere contemporaneamente alla crescita del feto, permettendo al pavimento pelvico di estendersi durante il parto.

Ma anche se non si tratta di un parto naturale vaginale, il pavimento pelvico può soffrire a causa del peso del bambino e degli impatti di quest’ultimo sull’utero, la vescica, la parte inferiore dell’intestino.

I legamenti e i nervi possono essere messi in tensione e protendersi durante il parto provocando un indebolimento e un sovraccarico di peso sui tessuti con conseguente permanenti.

Ciò nonostante se il muscoli del pavimento pelvico sono pre esercitati, questi problemi possono essere evitati.

Inoltre una parte degli esercizi di routine deve avere luogo nel post pattume.

La permanenza del feto nell’utero per i 9 mesi della gravidanza, oltre al parto naturale, creano sollecitazioni che indeboliscono i muscoli e i legamenti nell’area del pavimento pelvico.

A causa delle spinte lunghe nella seconda parte del parto o se il bambino è di grandi dimensioni, tutti questi organi possono essere sottoposti a forti sollecitazioni.

La loro conicità può però essere recuperata con esercizi specifici, volti anche a migliorare la resistenza interna.

Riabilitazione del pavimento pelvico e sport

Secondo l’associazione Australiana ” PelvicFloorFirst”, coloro che si sottopongono a esercizi fisici ad alto impatto hanno un maggior rischio di soffrire a causa dello sviluppo di problemi al pavimento pelvico.

Ciò avviene perché gli sport ad alto impatto, come il footing o la corsa possono sviluppare una pressione costante sui muscoli.

Quando appoggiamo il tallone a terra, la forza causata da questo tipo di impatto si sposta verso il pavimento pelvico e la parte inferiore dei fianchi.

Se quest’azione viene ripetuta nel tempo, il dolore causato diventerà più marcato.

Durante gli allenamenti teniamo a focalizzarci sui muscoli degli arti o su quelli esterni, gli addominali, e questo causa un problema di sbilanciamento di forze.

Ogni sportiva deve focalizzarsi sul rafforzamento e l’attivazione del pavimento pelvico insieme agli altri muscoli.

Ad ogni modo ciò richiede che le sessioni di allenamento siano ben pianificate e condotte.

Praticare sport ad alto impatto, come la corsa, il tennis, la pallavolo, e altri causano una sollecitazione eccessiva e costante.

La corsa

se praticata da soggetti sofferenti di prolasso, può aumentare la debolezza quindi aggravarlo.

Gli effetti negativi della corsa se praticata con un prolasso possono essere determinati da:

Pero corporeo

distanza da percorrere

funzionalità e resistenza del pavimento pelvico

superficie di percorrenza

tempi di recupero dopo la corsa.

Menopausa

All’inizio della menopausa i muscoli possono indebolirsi, causando un aumento del peso corporeo e dell’incontinenza urinaria.

L’invecchiamento progressivo combinato con l’indebolimento di produzioni di estrogeni da parte delle ovaie favoriscono la comparassi alterazioni a livello del pavimento pelvico, come:

incontinenza urinaria

incontinenza fecale

prolasso genitale

anomalie sessuali

Questi sintomi impattano sulla qualità della vita delle donne in maniera importante.

La perdita di massa muscolare, che avviene durante questa fase gioca anch’essa un ruolo debilitante.

Alcuni studi hanno dimostrato che lo spessore del muscolo che ricopre l’uretra si riduce del 3% all anno nelle donne anziane.

Sintomi:

Incontinenza:

Il 40 % delle donne sotto i 50 anni soffre di qualche tipo di incontinenza, che sia dovuta a perdite occasionali, durante un colpo di tosse, o uno starnuto o qualcosa di più serio, o per sovraffaticamento.

Sta di fatto che 1 donna su 3 soffre di questo tipo di problemi in un certo stadio della propria vita.

Lo stress causato dall’incontinenza urinaria non è qualcosa che interferisce troppo con la salute fisica femminile, ma danneggia la qualità di vita della donna a livello sociale, lavorativo, sportivo, relazionale.

Quindi: se vogliamo rafforzare le nostre braccia , solleviamo dei pesi, per rafforzare i muscoli interni pratichiamo yoga o pilates e per rafforzare le gambe, la corsa è un ottima terapia.

Scegliere la terapia adeguata per il rafforzamento del pavimento pelvico aiuta questi muscoli dimenticati, ma non per questo meno importanti.

Vi sono diversi benefici che derivano dal mantenimento di un pavimento pelvico forte e in salute, inclusa la diminuzione del dolore lombare e sciatico, così come una migliore stimolazione delle zone intime.

Per questo la salute e la tonicità di questi muscoli è anche una questione di coppia

Riabilitazione del pavimento pelvico terapia con sfere vaginali KegelBalls:

Passion De Geisha Boules De Geasha 3 1 | Sexy Shop Online | Àmanthy

Le sfere vengono inserite utilizzando un lubrificante  

a base acquosa, nella posizione migliore, per voi più confortevole.

Gli esercizi di Kegel di base devono essere praticati con le sfere inserite nella vagina:

  • Contrarre i muscoli vaginali per 3 secondi e poi rilassarsi (10 volte9
  • Contrarre e rilassare la vagina molto velocemente (25 volte)
  • Trattenere le sfere nella vagina per 3 secondi e rilassarsi (10 volte)
  • Cercare di espellere le sfere con la vagina mantenendo la posizione per 3 secondi e rilassarsi (10 volte)

Se avete appena iniziato la terapia il tempo totale degli esercizi e dei momenti di trattenimento delle sfere al vostro interno non deve superare i 15 minuti.

Pù avanti potrete aumentare i tempi, come per ogni altro programma di esercizi, senza superare la mezz’ora.

Misure igieniche:

Lavare prima e dopo l’utilizzo con acqua e sapone neutro o con un toy cleaner. e fare asciugare all’area.

Conservare nella propria confezione

Utilizzo privato (per evitare rischi di contagio)

Misure preventive:

Tenere al di fuori della portata dei bambini.

Controindicazioni:

Gravidanza

mestruazioni

infezioni vaginali

Riabilitazione del pavimento pelvico terapia con Pelvix

La terapia Pelvix propone alcuni esercizi il cui scopo è quello di migliorare l’elasticità e il tono muscolare per ottimizzare la chiusura dell’orifizio uretrale e prevenire le perdite di urina.

Si tratta di aumentare il tono muscolare nell’area pelvica.

Potete ottenere miglioramenti significativi entro i primi 4 mesi se utilizzate pelvix per soli 15-20 minuti al giorno.

Procedura terapia:

  • Iniziate la terapia introducendo Pelvix senza gli appositi pesi nella vagina, come fosse un assorbente interno e mantenetelo in posizione attraverso la contrazione passiva della muscolatura del pavimento pelvico e, con un piccolo sforzo (contrazione attiva).
  • Mantenetelo all’interno per 15 minuti
  • Durante questo periodo di tempo dovete essere in piedi o in movimento, mai seduti o distesi.
  • Pelvix tenderà a scendere e cadere a causa del proprio peso che genererà una contrazione spontanea di riflesso dei muscoli del pavimento pelvico.
  • Quest’azione permette di per sé una fisioterapia molto specifica e mirata.
  • Seguite questa routine per tutti i giorni necessari fino al completo sostenimento di questo peso senza ulteriori sforzi.
  • Introducete quindi la sfera di peso inferiore in Pelvix, aprendolo con il cordoncino e ripetendo lo stesso movimento, 15 minuti al giorno in attività moderata con Pelvix introdotto nella vagina.
  • Ripetete al routine aumentando il peso all’interno di pelvix in maniera progressiva, finché non riuscite a trattenere il peso senza ulteriori sforzi.
  • Le tempistiche richieste per ogni singola fase, dipendono da ciascun caso particolare. È IMPORTANTE consultare il vostro ginecologo per monitorare l’evoluzione della terapia.
  • La terapia dura approssimativamente 1-4 mesi.
  • Non eccedete nelle teppistiche giornaliere dedicate alla terapia, poiché potrebbero causare affaticamento.
  • La terapia è completamente naturale e non prevede nessun tipo di medicina.
  • Il materiale di pelvix è silicone medico, ipoallergino e bio-tollerabile.

 

Il presente articolo è stato scritto ispirandosi alle istruzioni di Femintimate, casa produttrice.

Piaciuto l’articolo? interessante vero?

Non dimentica inoltre di seguirci su facebook per non perdere tutti i nostri consigli! O su nostro canale Youtube per guardare tutti nostri interessantissimi video

E non dimenticarti di dare uno sguardo al nostro sexshoponline Àmanthy

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri chat
Hai Bisogno di aiuto?
Ciao ✋
Sono qui se hai delle domande...