Sesso anale senza dolore

Sesso Anale Senza Dolore

Sesso anale senza dolore

Sesso anale senza dolore: Il sesso anale nella nostra società è ancora apparentemente uno sconosciuto.

Diciamo apparentemente perché non se ne parla molto ma quasi tutte le donne almeno una volta ci hanno pensato.

Ma visto che un grammo di pratica vale più di un chilo di teoria, vediamo come ci comportiamo nei confronti di questa pratica sessuale; molte donne, l hanno provata ma non ne parlano, molte altre vorrebbero provarla ma non hanno il coraggio.

Sesso anale senza dolore Qual è la paura principale?

Principalmente è la paura del dolore. La penetrazione anale è ritenuta dalle donne per lo più un atto invasivo e poco piacevole. Ad essere onesti la paura è giustificata; Il sesso anale non è quella cosa pulita facile ed eccitante dove ti giri e lui ti penetra come se niente fosse mentre tu impazzisci di piacere. Insomma non è il sesso anale che si può vedere su youporn.

La seconda paura riguarda il pudore, il timore dello “sporco” e anche qui dobbiamo essere sincere, stiamo sempre parlando di una penetrazione di un punto dove di solito qualcosa esce invece di entrare. Quindi tranquille anche questo timore è normale.

Prendere il porno come esempio è sbagliato in quanto

Nei film, nelle serie tv e sui siti porno, alcuni rumori, possibili odori o fisiologiche tracce organiche sono sistematicamente omessi e tagliati.

Un pò come le foto super ritoccate.

Sesso anale senza dolore Fare sesso anale fa male?

Si può fare male, soprattutto se l’approccio è sbagliato, frettoloso, senza nessuna accortezza per la corretta dilatazione e lubrificazione ( anche queste, tutte cose che non si vedono nei porno dove molti mostrano “lo sputo” come unica lubrificazione, in realtà è un atto di sottomissione che se piace si può fare ma non è sufficiente). ma come per il sesso vaginale, è fondamentale ascoltare il proprio corpo, rispettarlo e procedere con gradualità.

Sesso anale senza dolore, è possibile?

Certamente si! È necessario però sapere come lubrificare l’ano, come dilatarlo e che posizione assumere durante il rapporto anale.

La prima cosa fondamentale è predisporsi positivamente, rilassandosi… È una parola direte voi, eppure si può fare, soprattutto ricordandosi che ci si può fermare in qualsiasi momento.

Mettete in sottofondo un pò di musica soft, accendete delle candele

Le prime volte è meglio avvicinarsi all’ano quando l’eccitazione è veramente a livelli alti, quando si è vicini all’orgasmo, accarezzando contemporaneamente l’ano con le dita o con la lingua, poi inserire delicatamente un dito o un plug small che però devono rimanere fermi.

Mantenendo il dito p il plug fermo infatti, è possibile l’orgasmo sarà più intenso.

Pensate che esistono anche donne che senza un dito nell’ano non riescono a raggiungere l’orgasmo ne con la masturbazione, ne con la penetrazione e neanche con la stimolazione del clitoride.

Prima della penetrazione, anche di questa iniziale è fondamentale utilizzare del lubrificante anale cospargendo l’ano in maniera abbondante. Noi vi consigliamo questi prodotti.

Sesso anale senza dolore Perché è così importante il lubrificante?

Dovete sapere che il retto, l’ampolla rettale e l’ano non si lubrificano nemmeno se si è molto eccitati. La natura non ha pensato che questa zona potesse essere penetrata e non ha previsto delle ghiandole che permettessero una lubrificazione naturale. Nonostante ciò  è una zona molto innervata e capace di dare un enorme piacere.

La dilatazione:

La dilatazione dell’ano deve essere sempre (non solo le prime volte) ottenuta lentamente, per fare in modo che la muscolatura si adatti gradualmente alle successive dilatazioni, quindi una volta introdotto un dito, deve restare fermo, così i muscoli che circondano l’ano hanno il tempo di adattarsi/allargarsi senza provocare dolore.

Poi si possono fare dei lenti movimenti circolari, e se non c’è fastidio o dolore introdurre un altro dito, sempre senza fare movimenti per dare il tempo alla muscolatura di adattarsi alla maggiore dilatazione, poi si ricomincia con i movimenti circolari, se non c’è dolore le dita si possono muovere anche avanti e indietro, e così lentamente, senza fretta, arrivare anche all’introduzione di un pene/vibratore senza nessun problema/dolore, ma anche questo all’inizio deve stare fermo, e poi potete muovervi come volete e in qualsiasi posizione.

Sesso anale senza dolore, il clitoride può aiutare?

Nelle donne questa dilatazione graduale dell’ano da parte del partner con le dita può essere fatta contemporaneamente alla stimolazione clitoridea praticata  con l’altra mano o la lingua.

Alcuni sessuologi suggeriscono che la miglior posizione per il rapporto anale è quella con la donna sopra, e l’uomo sotto che non si deve muovere, così lei può decidere quanto deve essere profonda la penetrazione, e fermarsi quando vuole.

Sempre riferendoci ai porno, spesso siamo portati erroneamente a pensare che la posizione migliore sia la pecorina, in realtà è solo quella più favorevole per la telecamera.

Un altra posizione consigliata è quella del “Cucchiaio” ossia su un fianco con il vostro partner alle spalle.

Solitamente si pensa che l’orgasmo anale sia più intenso nell’uomo che nella donna per via dell’assenza, in quest’ultima, della prostata, ma anche la spugna perineale, ovvero la zona spugnosa di tessuto erettile situata tra ano e vagina, è per la donna una zona erogena importante.

Inoltre, se la vostra anatomia lo consente ed agevola, è possibile raggiungere il punto G da dietro.

Dite al vostro partner di iniziare in maniera lenta e ripetitiva per farvi abituare a questo nuovo gusto sessuale.

Prima di fare sesso anale, se ne parla

Non importa se avete già fatto o no sesso anale.

Il sesso anale, come qualsiasi tipologia di sesso e intimità, non è dovuto.

Non esiste che qualcuno, che sia un partner occasionale o un fidanzato con cui si è già praticato sesso anale, pretenda di farlo senza che voi siate consenzienti e desiderose.

Non vergognatevi di parlarne, non abbiate  paura di dire un netto no o di stabilire dei piccoli passi di avvicinamento al sesso anale, che non devono per forza concludersi con la penetrazione completa o l’orgasmo.

Sesso anale senza dolore Sesso anale e igiene:

Come potrete  immaginare la zona non è esattamente pulita, sicuramente è il caso di utilizzare il preservativo per evitare rischi di contaminazione.

MAI PASSARE DAL SESSO ANALE AL SESSO VAGINALE, c’è l’alto rischio di contaminare la flora vaginale.

Sesso anale senza dolore, conoscersi per prime:

Molti specialisti consigliano di fare prima un pò di pratica da sole, conoscendosi per prime proprio come per l’autoerotismo. Lubrificare sempre la parte, si possono utilizzare le dita e piccoli plug per poi passare ai vibratori anali.

I sex toys anali sono giochi specifici che si differenziano dai massaggiatori o dai toys vaginali per le chiusure ad estrazione.

La vagina ha una fine mentre il retto no, quindi tutto ciò che usiamo per penetrare l’ano deve avere un blocco che non permetta il risucchio del gioco all’interno del retto.

Sesso anale senza dolore il consiglio di Àmanthy

Care amiche, fidatevi di noi, una volta presa un pò di confidenza con questa pratica sessuale, accompagnatela con un sex toys, scegliete un vibratore vagianle per una sensazione di pienezza incredibile oppure un super stimolatore clitorideo e vedrete che gli orgasmi non tarderanno ad arrivare.

Seguici anche su facebook

 

 

2 pensieri su “Sesso anale senza dolore

  1. Gloria dice:

    Complimenti a chi ha scritto quest’articolo, davvero utile. Soprattutto per chi come me ha la curiosità di saperne di più ma non sa con chi parlarne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Apri chat
Hai Bisogno di aiuto?
Ciao ✋
Sono qui se hai delle domande...