fbpx

Un appuntamento con te stesso o come sviluppare la tua sessualità da solo

Un appuntamento con te stesso o come sviluppare la tua sessualità da solo

Un appuntamento con te stesso o come sviluppare la tua sessualità da solo: Per alcune persone, vivere da soli è una scelta consapevole: vogliono sviluppare, divertirsi, viaggiare o incontrarsi professionalmente. Vogliono un senso di libertà e indipendenza.

È interessante notare che ci sono sempre più persone simili.

Altri sono soli, perché per qualche motivo non riescono a trovare l’altra metà (o l’hanno persa), anche se a loro piacerebbe.

Indipendentemente dal fatto che siamo single per scelta o il destino deciso per noi, nulla ci impedisce di sviluppare attivamente la nostra sessualità attraverso l’amore di sé.

Sesso o cosa esattamente?

Spesso non ci rendiamo conto che il sesso non è solo un pene nella vagina.

Cos’è veramente il sesso?

Molti di noi probabilmente lo definiranno un atto tra due persone, di cui la penetrazione è una parte inseparabile.

Naturalmente, non c’è nulla di sbagliato in questo modo di pensare se traggiamo soddisfazione da questo tipo di attività sessuale.

Accade, tuttavia, che associare il sesso solo alla penetrazione abbia conseguenze negative quando non ci dà piacere.

Dimentichiamo e spesso non ci rendiamo conto che il sesso non è solo un pene nella vagina.

Il sesso è anche, tra gli altri carezze orali, carezze anali, petting o amor proprio (masturbazione, autoerotismo, solosessualità, ma in nessun caso abuso di sé!). Forse menzionare l’amore per se stessi nell’elenco sopra può sembrare sorprendente.

Tuttavia, è una forma di autoespressione sessuale.

Non solo ti consente di soddisfare in modo sicuro le tue esigenze sessuali (scompare il rischio di gravidanza e infezioni a trasmissione sessuale), ma ti prendi anche cura del tuo piacere e del tuo sviluppo sessuale.

L’auto-amore cosciente

può diventare un rituale che ci permette di incontrare intimo con noi stessi.

Uso deliberatamente la parola amore per sé anziché masturbazione: quest’ultima è più spesso associata a un rapido sollievo meccanico dallo stress.

Qui, tuttavia, si tratta di trattare attentamente la sessualità solista, grazie alla quale abbiamo l’opportunità di concentrarci sul nostro piacere, esplorarlo ed essere in contatto con la nostra energia sessuale.

Vale la pena trattarla come un appuntamento con te stesso.

Prenota la giusta quantità di tempo, assicurati un senso di intimità, spegni il telefono o prenditi cura dell’atmosfera sensuale (accendi candele, accendi la musica, indossa le tue mutande preferite)

Non rinunciamo ai preliminari.

Vale la pena precedere un incontro intimo con te stesso che ci mette di buon umore.

A tal fine, possiamo raggiungere, ad esempio, libri erotici o scrivere questo tipo di storia da soli, trasferendo le tue fantasie su carta.

Le sessioni di auto-amore possono anche essere avviate con il rilassamento – meditazione, un bagno profumato, ecc.

Posto per esperimenti L’amore di sé, come il sesso con un’altra persona, ti dà spazio per sperimentare ed esplorare la tua sessualità.

Tuttavia, rispetto a una relazione di coppia, la solosessualità ti consente di concentrarti solo sul tuo piacere, lentamente e senza paura, scoprendo le risposte del tuo corpo a varie forme di stimolazione.

Non concentriamoci solo sul toccare le zone erogene ovvie, che di solito sono genitali. Esploriamo ogni parte del corpo alla ricerca di luoghi che toccare, accarezzare, massaggiare o accarezzare sia piacevole, eccitante.

A tal fine, possiamo limitarci alle nostre stesse mani, ma anche cercare gadget erotici.

Questi ultimi sono un ottimo modo per diversificare la sessualità solista. Pensiamo anche all’acquisto di un lubrificante che eliminerà il rischio di abrasioni o disagi

Un appuntamento con te stesso o come sviluppare la tua sessualità da solo Amore per se stessi “avanzato

Invece di concentrarci sull’obiettivo, concentriamoci sul momento presente e proviamo piacere.

Le sessioni di auto-amore sono una grande opportunità per espandere le zone che risponderanno alla stimolazione e quindi sviluppare (e non solo esplorare) la tua mappa del corpo erogena.

Inoltre, danno l’opportunità di trovare e stimolare la zona G per le donne e di eseguire un massaggio prostatico per gli uomini.

Entrambe queste attività possono portare a un orgasmo estremamente intenso, ma richiedono pazienza e tempo per conoscere il tuo corpo. L’amore di sé crea anche l’opportunità di imparare a sperimentare orgasmi multipli.

Inoltre, durante il sesso da solista possiamo intensificare la nostra esperienza interrompendo o rallentando la stimolazione nel momento di maggiore eccitazione, quindi riprendendola dopo una breve pausa.

Gli uomini grazie all’amore per se stessi hanno la possibilità non solo di praticare il ritardo dell’eiaculazione dovuto al riconoscimento del cosiddetto il punto della sua irreversibilità e cambiamento di ritmo e forza di stimolazione.

Possono anche allenarsi per raggiungere l’orgasmo senza eiaculazione, il che migliora l’esperienza e consente (menzionato sopra) il climax ripetuto. Ricordiamo, tuttavia, che lo sviluppo della sessualità e l’instaurazione di un contatto profondo con la tua energia sessuale richiedono pratica e, all’inizio, anche per ridurre le aspettative.

Vale la pena darsi del tempo, perché non saremo in grado di fare tutto la prima volta. Pertanto, invece di concentrarci, concentriamoci sul piacere presente e vissuto.

L’amore per se stessi non solo per i single

L’amore di sé, tuttavia, non è riservato solo ai single.

Può anche essere praticato da persone in una relazione, ad esempio quando abbiamo bisogni sessuali maggiori di un partner e relazioni frequenti non sono possibili.

Oltre a quanto è già stato detto, la sessualità solista crea anche spazio per pratiche o fantasie, che per qualche motivo non possono essere realizzate durante il sesso con un’altra persona.

È anche una forma di sano egoismo quando vogliamo prenderci cura del nostro piacere. Praticando la solosessualità impariamo a conoscere i nostri corpi, le sue reazioni, ciò che ci eccita – e questa è una conoscenza estremamente preziosa che possiamo usare per rendere il sesso con un’altra persona ancora più soddisfacente.

Un appuntamento con te stesso o come sviluppare la tua sessualità da solo La solosessualità, tuttavia, non dovrebbe essere la forma dominante di sesso in una relazione.

In questo caso, vale la pena considerare le ragioni di ciò. I benefici dell’amore per se stessi Perché vale la pena fare sesso da solista? Innanzitutto l’amore per se stessi elimina il rischio di gravidanze indesiderate e infezioni a trasmissione sessuale – e quindi la necessità di proteggersi.

Per molte persone, liberarsi di queste paure crea l’opportunità di perdersi nel proprio piacere. In secondo luogo, ti consente di conoscere le reazioni del tuo corpo, trovare zone erogene, guardare le tue emozioni, stimolare l’energia sessuale e sperimentare il suo flusso nel corpo in un’atmosfera sicura.

Per le donne, l’amore di sé è un’opportunità per imparare a raggiungere e sperimentare l’orgasmo – per conoscere le modalità del suo rilascio, nonché le condizioni che lo favoriscono.

Molte donne sperimentano il loro primo orgasmo nella solitudine.

I signori, a loro volta, grazie all’amore per se stessi possono addestrare il controllo dell’eiaculazione. In terzo luogo, è una forma di cura di sé, cioè prendersi cura di se stessi facendo ciò che ci dà piacere e ci aiuta a stare bene.

La bellezza ha anche un impatto positivo sulla tua relazione con te stesso: ti aiuta ad accettare il tuo corpo e ad aumentare l’autostima. In quarto luogo, migliora l’umore, aumenta l’immunità, riduce lo stress, migliora la circolazione sanguigna, aiuta a combattere l’insonnia, è un antidolorifico naturale …

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *