fbpx

Un gioco vibrante

Un gioco vibrante

Un gioco vibrante

Un gioco vibrante. La prima serata era promettente.

Mio marito ed io abbiamo deciso di divertirci, soli, entrambi. Senza bambini.

È passato molto tempo dall’ultima volta che abbiamo trascorso una serata senza di loro.

Il fare sesso è diventato più un rituale per mantenere la vita di una coppia e sono rimaste solo le posizioni classiche.

Quindi stasera saremmo cambiati.

Abbiamo deciso di farlo alla grande.

Innanzitutto, una cena a lume di candela in uno dei migliori ristoranti della zona.

Mi sono preparata in bagno.

La doccia

Una volta fatto la doccia, ho diffuso il mio corpo sensualmente con la crema alla lavanda, un odore che ha preso in giro entrambi, su tutto il corpo.

La porta, comunicando con la nostra stanza, era aperta.

Quindi mio marito si stava godendo la scena mentre si stava preparando.

Per il mio outfit, ho lanciato una sfida e ho acquistato, per l’occasione, un body interamente in pizzo nero.

La scollatura precipitò fino alla nascita del mio pube, completamente spogliata del suo vello.

Poi ho indossato il mio sublime vestito rosso che mio marito mi aveva regalato per il nostro anniversario.

Intagliato sul lato, si adatta perfettamente al mio corpo.

Ho deciso di sposare il mio vestito con i miei tacchi a spillo neri, per ricordare il colore del mio corpo.

Siamo arrivati ​​al ristorante.

Il Ristorante

Era un posto estremamente chic. L’arredamento era semplice e moderno.

Le luci soffuse ci mettono subito in vena.

Era un ristorante di coppia data solo la scelta del layout del tavolo.

Questi sono stati fatti solo per due persone.

Ogni tavolo era isolato in un boxe chiuso di tre quarti.

Ciò ha permesso ai clienti di avere un po ‘di privacy.

Una volta seduti al nostro tavolo, prima di scegliere il nostro menu, mio ​​marito mi ha consegnato una scatola di velluto nero.

Non poteva essere un gioiello, la scatola era troppo grande.

Ma cosa potrebbe essere? L’ho afferrato e l’ho aperto.

L’ovetto Rosa

All’interno, appoggiato su un cuscino di seta nera, un oggetto ovale rosa era arrotolato lì.

Alzai lo sguardo interrogativamente sul mio compagno di tavolo.

Mentre mi prendeva a calci sotto il tavolo, mi disse che era un massaggiatore intimo.

– Vai in bagno e inseriscilo nella tua vagina.

Un po ‘sorpreso, ma eccitato dall’idea, misi l’oggetto nella borsa, lo presi e andai in bagno.

Era lussuoso come il resto del ristorante.

Entrai in una cabina e guardai l’oggetto da ogni angolazione.

Ho fatto un respiro profondo per rilassarmi e l’ho inserito nella mia vagina già bagnata.

La sensazione è stata piacevole. L’oggetto era dolce. È scivolato facilmente nella mia vagina.

Mi sono aggiustata il vestito, sono uscita dalla cabina e sono tornata al mio tavolo.

La vibrazione

Appena sono arrivata, non avendo nemmeno il tempo di sedermi, ho sentito una vibrazione diffondersi nella parte inferiore dell’addome.

Confusa dall’effetto sorpresa, afferrai la sedia.

Mio marito ha quindi mostrato un sorriso di totale soddisfazione.

– Questo è un massaggiatore vibrante che posso controllare da remoto usando questo telecomando, mi ha spiegato.

Mi ha mostrato l’oggetto, dello stesso colore del massaggiatore.

La serata ha promesso di essere piena di sorpresa e divertimento.

Gli ho restituito il sorriso per mostrarle la mia eccitazione.

Ma il mio corpo se ne è occupato perfettamente da solo.

Il mio corpo era magro e la mia eccitazione troppo grande, i miei capezzoli mi indicavano il vestito.

Il che non sfuggì agli occhi di mio marito. Né quello del cameriere che era appena arrivato per ordinare i nostri piatti.

– Posso prendere il vostro ordine ?

L’intensità

L’intensità delle vibrazioni aumentò, il che mi fece gemere, abbastanza forte da consentire al cameriere di guardarmi.

– Han! HM hm. Stiamo per … prendere … prendere.

Mio marito si stava divertendo con il suo giocattolo, impedendomi di concentrarmi.

Mi guardò dritto negli occhi, sorridendo con aria di sfida.

– Prenderemo il menu borghese. Grazie.

Sono riuscito a ordinare ciò che non era facile dire .

Mio marito mi guardò con i suoi occhi scintillanti, eccitati dalla scena appena accaduta.

Gli ho dato un’occhiata di disapprovazione.  Di cui mi sono pentita rapidamente, poiché ha ulteriormente aumentato la vibrazione.

Il calore si diffuse in tutto il mio essere.

Afferrai il tavolo trattenendo il respiro per non urlare il piacere nel ristorante.

l’Esplosione

Ma ero sull’orlo di un’esplosione. E lo sapeva benissimo. Mi stringo le cosce.

La mia vagina si contrasse sotto vibrazioni che variavano di intensità, passando da debole a molto forte, come una montagna russa.

Mi aggrappai ai braccioli, cercando di controllare un po ‘il respiro. Il desiderio è cresciuto in me.

Ma proprio mentre il mio orgasmo stava per esplodere in un fuoco d’artificio di sensazioni, si sentì una pausa.

Il massaggiatore non ha più prodotto vibrazioni.

L’orgasmo

Eravamo entrambi sollevati che la mia deliziosa tortura si fermasse. Ma era anche frustrato che si sia fermato quando stavo per raggiungere l’orgasmo.

A tarda sera abbiamo lasciato il ristorante per la nostra auto a pochi isolati da qui. Non c’era nessuno per le strade questa sera d’inverno.

– Questo pasto è stato delizioso mio caro. Grazie per questa festa

– Oh, ma ha appena iniziato il mio amore. Non ho finito con te.

In quel momento ho sentito riprendere le vibrazioni.

Non avevo rimosso il giocattolo, mio ​​marito mi ha ordinato di tenerlo.

E le vibrazioni erano al massimo.

Il Piacere

Le mie gambe ondeggiavano a causa dell’ondata di piacere che si diffuse attraverso il mio corpo ancora intorpidito dalla sessione del ristorante.

Mio marito mi ha tenuto saldamente per la vita.

Mi condusse in un vicoletto fuori dalla vista, mi schiacciò violentemente contro il muro e poi mi baciò ardentemente.

Poi mi aggrappai al suo collo, senza sapere se le mie gambe potevano ancora sopportare il mio peso.

Mi ha accarezzato, mi ha impastato il seno, mi ha stretto forte i capezzoli sotto il vestito.

Gemetti soffocata dai suoi baci che continuava a prodigarmi.

Mi sollevò da terra, premette il suo membro duro contro il mio clitoride. Si strofinò contro di me.

Non ci volle altro per urlare il mio orgasmo che echeggiava per tutta la strada.

Ero senza fiato. Mi ha messo giù e mi ha sostenuto mentre riprendevo i sensi.

Quindi ci siamo diretti verso la macchina per tornare a casa.

Ma non avevo detto la mia ultima parola.

A casa

Siamo arrivati ​​a casa.

Ho attirato mio marito e l’ho baciato ferocemente.

Lo trascinai in soggiorno e lo spinsi sulla sedia.

Sona andato verso il mio sistema audio e ho messo un po ‘di musica di sottofondo.

Come una Crazy Girl nel cabaret, ho improvvisato una danza, degna di una ballerina di burlesque.

Mi sentivo così sexy, irresistibile. Quindi donna. Compiuta. Riempita.

Gli occhi di mio marito non sapevano più dove atterrare.

Sensualità

Seguivano le curve sensuali del mio corpo che si muovevano con tutta la grazia di cui ero capace. Stavo girando.

Mi sono quindi tolta il vestito con sensualità.

Ho rivelato il mio body in pizzo sexy con la schiena completamente nuda.

Con grazia e delicatezza, ho rimosso il mio massaggiatore e l’ho gettato sul suo supporto.

Mi sono sentita libera e leggera. Come una ballerina, ho fatto dei trucchi che non pensavo di poter fare.

Stavo dando tutto quello che avevo. Per lui. Per l’uomo che amavo.

Mi sono avvicinata a lui. Sfiorandolo senza toccarlo.

Fornendogli carezze aeree. Ho rotolato sulle sue cosce solide.

Facendogli condividere il mio corpo con forme generose.

Le sue mani potenti e decise si posarono sui miei fianchi.

La bocca

Mentre mi accarezzava sensualmente, la sua bocca intraprendente con le labbra carnose pizzicò il mio capezzolo destro attraverso il mio body.

La sensazione elettrizzò tutto il mio corpo. Gemo.

La mia schiena si inarcò. Ho sentito, tra le mie cosce, un grumo formarsi nei suoi pantaloni.

Il mio corpo gorgogliava di desiderio.

Volevo essere presa da quest’uomo che mi aveva fatto vivere una delle migliori serate della mia vita.

Mentre danzavo, ho iniziato a spogliare la fonte dei miei desideri.

Gli ho strappato la camicia.

I pulsanti saltarono fuori.

Gli ho accarezzato il petto, i muscoli. I suoi bicipiti. Le sue spalle. Le sue braccia e e sue mani.

Gli  leccai le dita. Li ho presi in bocca.

Poi ho ripreso a baciarlo.

Leccare

Prendendo il tempo per accarezzare ogni parte del suo corpo.

Gli baciai le labbra, gli leccai il collo, gli succhiai i capezzoli, le mordicchiai.

Gemette di piacere. Mi ha anche accarezzato. Salendo lungo le mie cosce. I miei fianchi.

Ha slacciato i nodi che mi reggevano. Mi alzai, me lo fece scivolare sulle gambe.

Ero completamente nuda. Mi ha guardato, ammirato. Mi ha desiderato.

Il suo membro

Mi inginocchiai e allargai le gambe. Ho deciso di liberare il suo cazzo.

Gli ho sbottonato i pantaloni, li ho fatti scivolare sulle gambe.

Poi gli ho rimosso i pantaloni.

Esplosione di piacere

Il suo membro era duro e gonfio. Pronto a esplodere con piacere.

L’ho preso in mano per accarezzarlo. Ho leccato il glande e poi l’ho preso in bocca senza mezzi termini.

Era così grande e così duro. L’ho immaginato in me.

Ero così entusiasta dell’idea che stavo bagnando il pavimento. Ho quindi accelerato il movimento.

La mia bocca 

Ho succhiato sempre più forte. L’ho sentito contrarsi in bocca. Diventa ancora più grande.

Ho fermato il mio gesto. Volevo che mi penetrasse, che entrasse in me.

Mi alzai, mi sedetti a cavalcioni sulle sue cosce.

Gli baciai appassionatamente la bocca.

Le nostre Lingue

Le nostre lingue si toccarono, si leccarono, si arrotolarono. Un brivido di piacere ci attraversò.

Mi ha sollevato e mi ha messo a terra. E senza preavviso, mi penetrò da dietro.

Il suo pene era così gonfio che mi sentivo pieno.

Ha quindi iniziato ad andare avanti e indietro lentamente e profondamente.

Ci siamo baciati appassionatamente.

Incontrollati

I suoi movimenti divennero sempre più rapidi.

Tutti i miei sensi erano svegli, i miei muscoli erano rigidi.

Ho contratto il mio perineo e stretto le gambe intorno alla sua vita per amplificare il contatto e la pressione sul mio clitoride.

Eravamo alle porte dell’estasi. Il ritmo stava accelerando.

Stava diventando frenetico.

Il piacere

La mia vagina era in fiamme. Il mio piacere è aumentato di nuovo.

Ho stretto il mio abbraccio, gli ho afferrato il collo.

E un orgasmo esplosivo si diffuse in tutto il mio corpo. Incapace di trattenermi, ho pronunciato un grido di piacere.

Ancora in me, ho sentito i suoi spasmi e l’esplosione di mio marito, che ha gridato il suo divertimento.

Svuotati dalle nostre buffonate, ci stendiamo a terra. Intrecciati tra loro.

Uno nell’altro.

Un pensiero su “Un gioco vibrante

  1. Pingback: Soluzioni per superare la timidezza sessuale - Amanthy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *