Zone erogene delle donne

Zone Erogene Delle Donne

Zone erogene delle donne

Zone erogene delle donne Oggi parliamo di un argomento piuttosto delicato … cioè toccante!

Ma perché toccare è così importante? Perché più tempo, impegno e competenza dedichi a toccarla come le piace, maggiore sarà l’eccitazione che otterrà! È così facile da capire.

Quindi preparati a imparare tutto sulle sue zone erogene, ovvero i punti che le causano immensa soddisfazione e stimolazione sessuale.

Prendi appunti, copialo e incollalo, stampalo – diamine, puoi persino registrarlo sulla tua parete se devi!

Zone Erogene Femminili

Cos’è una zona Erogena?

Una zona erogena è un punto sul corpo, maschio o femmina, che ha aumentato la sensibilità.

E quando una o più di queste zone vengono toccate, può causare sensazioni sessuali, dall’eccitazione all’orgasmo.

La questione sulle zone erogene, tuttavia, è che ci sono, ovviamente, alcune differenze tra le persone che hanno il pene e quelle che hanno la vagine!

Ma differiscono anche tra donne e uomini, quindi la cosa più importante da sapere sulle zone erogene è che devi chiedere al tuo partner se è bello essere toccati lì e in che modo.

Tuttavia, ci sono alcune zone comuni che la maggior parte delle donne trova erotiche da toccare.

Zone Erogene nelle donne

1. Il clitoride

Il clitoride è la zona erogena più sensibile per la maggior parte delle donne.

Mentre è un organo vasto, composto da parti interne ed esterne, le parti esterne sono il glande (analogo alla testa del pene maschile) e un cappuccio che lo copre (analogo al prepuzio maschio).

Il glande del clitoride è spesso così sensibile che è doloroso da toccare.

Questo perché ha circa lo stesso numero di terminazioni nervose della testa del pene, ma tutte racchiuse in un organo delle dimensioni di una gomma sulla punta di una matita.

Questo è il motivo per cui molte donne amano che il loro clitoride sia stimolato attraverso il cappuccio che lo copre, o anche attraverso le loro mutandine.

Ad alcune donne piace la stimolazione un po ‘a destra del clitoride e altre a sinistra.

Zone erogene delle donne

Ecco perché, quando si stimola il clitoride di una donna, è davvero essenziale “chiedere indicazioni”.

Ma vale davvero la pena farlo perché la maggior parte delle donne raggiunge l’orgasmo dalla stimolazione del clitoride piuttosto che dalla penetrazione.

Per quelli che stanno ancora esplorando, troverai il clitoride nella parte superiore della sua vulva, dove le sue labbra interne si uniscono alle estremità superiori.

Zone erogene delle donne

Come stimolare il clitoride

Quindi cosa ci fai? La maggior parte delle donne ama farsi stimolare il clitoride con le dita, un vibratore o una lingua.

Una possibile mossa vincente? Prova a leccare delicatamente la lingua direttamente sul clitoride mentre strofina i cerchi intorno con la punta del pollice.

Mentre lo fai, assicurati di ascoltare i suoi segnali verbali e fisici.

Il suo linguaggio del corpo può essere un omaggio morto quando si tratta di colpire il posto giusto.

Zone erogene delle donne

Le 4 migliori tecniche di Cunnilingus

2. Le labbra interne

Sapevi che le labbra interne si riempiono di sangue proprio come fa un pene durante l’erezione? Le labbra interne sono piene di tessuto erettile che può raddoppiare, anche triplicare, di dimensioni quando una donna si eccita. Poiché le labbra e il clitoride sono fisicamente collegati, molte donne scoprono che la stimolazione delle loro labbra stimola indirettamente il loro clitoride, che può essere un modo preferito di stimolazione poiché il clitoride stesso è così sensibile.

Come stimolare le labbra interne

Prova ad accarezzare e tirare delicatamente le labbra interne della tua partner per stimolare indirettamente il loro clitoride.

Poiché le labbra sono piene di tessuto erettile, può aiutarle a ingorgare di sangue (o aumentare l’eccitazione generale).

il sesso anale. Il sesso anale è un argomento di vergogna per molte persone, specialmente i principianti.

Zone erogene delle donne: 3. Il punto G

Forse il punto più dibattuto dei suoi punti, il punto G (che rappresenta e sembra più accattivante rispetto al punto Grafenberg) è una zona erogena che è inafferrabile per alcune donne e un punto intenso dell’orgasmo per altri.

Mentre alcuni discutono se esiste o meno, siamo molto contenti di impegnarci nella ricerca.

Troverai il punto G situato da 5 a 7 centimetri (da 2 a 3 pollici) all’interno della vagina sulla parete anteriore – frontale – dall’apertura vaginale.

Noterai che quest’area è leggermente diversa dal resto della vagina; un po ‘più piena

Come stimolare il punto G

Esistono diverse posizioni sessuali per il piacere del punto G, ma per il massaggio più efficace del punto G, la soluzione migliore è con le tue mani.

Posiziona l’indice e il medio nella sua vagina con le punte in quel punto speciale. Con le dita unite o divaricate per creare un segno di pace, inizia ad arricciare le dita in un movimento di “vieni qui”.

Se non hai voglia di usare le mani, potresti optare per un massaggiatore del punto G. Entrambi faranno il trucco in modo sensato e seducente.

Parola di consiglio? taglia le unghie prima!

3. L’apertura vaginale

Sebbene non sia così tanto come il clitoride, l’apertura vaginale ha molte terminazioni nervose che sono ricettive al tocco. E ce ne sono ancora di più all’interno della vagina.

Come stimolare l’apertura vaginale

La prossima volta che stai pensando di penetrare il tuo partner con le dita, prova invece a stuzzicare l’apertura della loro vagina. Probabilmente la scoprirai dimenarsi e gemere di più. Puoi anche usare il tuo pene come strumento per stimolare l’apertura vaginale senza penetrarlo.

4. il Monte di Venere o Pube

Stranamente, il monte di Venere o Pube è un nome sconosciuto per molti, ma quasi ogni essere umano avrà familiarità con l’area … È il punto direttamente sopra la vagina, dove crescono i suoi peli pubici.

Questa zona è piena di tessuto adiposo e funge da una sorta di imbottitura per prevenire urti e colpi durante il sesso e altre attività quotidiane.

Come stimolare Monte di Venere o Pube

Quando viene stimolato , questo punto debole può davvero far funzionare il motore di una donna. Questo è principalmente perché è pieno di terminazioni nervose sensibili. A molte donne piace quando spingi, tiri verso l’alto o fai movimenti circolari sui loro mostri.

Zone erogene delle donne 5. Il cuoio capelluto

È interessante notare che sia il cuoio capelluto di uomini che di donne sono ricoperti di terminazioni nervose che li rendono molto ricettivi al contatto, anche se non genitali.

Non solo, ma sapevi che uno dei maggiori motivi per cui una donna non fa l’orgasmo è perché non si sente a suo agio o rilassata? Un massaggio alla testa è un ottimo modo per indurre il rilassamento, rendendola più ricettiva all’orgasmo.

Come stimolare il cuoio capelluto

I massaggi del cuoio capelluto sono più facili quando i suoi capelli sono asciutti, quando puoi tracciare leggermente le unghie sulla sua pelle o durante un bagno condiviso quando i suoi capelli sono completamente bagnati e il balsamo viene applicato per una maggiore viscosità.

Quindi, ruota delicatamente il cuoio capelluto con il dito o tiralo sui capelli, il che la fa sentire più rilassata.

6. Le labbra

Quando baciamo qualcuno, una serie di neurotrasmettitori viene rilasciata in tutto il corpo. Questi influenzano il modo in cui ci sentiamo e pensiamo (immagina di sperimentare un bacio che è pieno di chimica e come questo ci fa sentire).

E, mentre un delizioso bacio è sicuramente il modo giusto in cui raggiungere l’eccitazione, anche il bacio può cadere nel territorio di routine se è sempre lo stesso.

Ecco perché, se impari a farla eccitare con il tuo bacio, non solo aprirai la strada a tanto divertimento, ma la farai anche sentire debole alle ginocchia.

Come stimolare le labbra

Inizia le cose tracciando una punta delle dita attorno alle sue labbra prima ancora di iniziare a baciarla. Quindi, quando inizi con i baffi, varia la forza e l’intensità, alternando luce, profondità, breve, lunga – tutti i tipi.

In questo modo, stai creando l’elemento sorpresa e un po ‘di presa in giro. Entrambi aumenteranno l’eccitazione sessuale.

7. Dietro le ginocchia

Mentre per alcune donne, toccare dietro le ginocchia non sarà altro che solletico, per altre potrebbe essere il tocco giusto sopra o dietro le sue ginocchia che può effettivamente farla eccitare. E che deliziosa spirale sarà!

Vedi, le ginocchia sono piene di nervi che non sono quasi mai stimolati, il che li rende piuttosto una novità. È anche molto vicino alle sue cosce che potrebbero quindi portare le dita o la bocca ai suoi punti intimi. Il tutto è totalmente erotico.

Come stimolare le ginocchia

Metti il ​​tuo partner di fronte a te mentre fai scivolare delicatamente le dita dietro le ginocchia. Se questo è troppo solletico per lei, potresti provare a massaggiarli, cambiando la pressione da dura a morbida, profonda in solletico.

Potresti quindi chiederle di sdraiarsi sullo stomaco, in modo che la parte posteriore delle ginocchia sia più esposta. Fai scorrere lentamente la lingua lungo la parte posteriore delle ginocchia e delle cosce.

Successivamente, sperimenta diverse sensazioni, come stuzzichini morbidi, leccate e carezze. Puoi persino scegliere di usare un vibratore in questo punto sensibile.

Zone erogene delle donne

8. I capezzoli

Per alcune donne, il modo di illuminare il suo cervello è quello di scegliere i capezzoli! Sembra strano, ovviamente, ma quando vengono toccati i capezzoli di alcune donne, invia lo stesso segnale al cervello di quando vengono toccati il ​​suo punto caldo (il clitoride) e altre aree dei suoi genitali. Alcune (rare) donne sono persino in grado di raggiungere l’orgasmo solo con la stimolazione del capezzolo. Roba interessante!

Come stimolare i capezzoli

Puoi iniziare facendo dei morbidi cerchi di scorrimento attorno ai capezzoli senza toccarli. Questo crea suspense e anticipazione sessuale. Quindi, spostati sui capezzoli con tocchi simili a piume. Passa dai capezzoli al seno in modo intercambiabile, lentamente e seducente.

Da questo, puoi iniziare a pizzicare la base del capezzolo, ma assicurati che sia a suo agio con quello.

E infine, puoi combinare il pizzicamento con un po ‘di rotolamento del capezzolo usando il pollice e l’indice. Passa dalla leggera alla forte pressione per creare più suspense …

9. Il collo

È interessante notare che uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Cortex ha affermato che più donne sono state accese dalla nuca che veniva toccata rispetto al seno o ai capezzoli.

E tra custodie per laptop, portamonete, marsupi e borse da palestra, il collo di una donna è costantemente sotto tensione. Un massaggio sensuale, alcuni baci e stuzzichini le daranno sicuramente del tempo per rilassarsi.

Come stimolare il collo

Inizia con morbidi baci sul lato del collo e usa le dita per spazzolare lentamente questa zona erogena esposta.

Quindi, usa la lingua e i denti per darle piccole leccate e stuzzichini, provando diverse pressioni e velocità per trovare la cosa esatta che la fa sentire insaziabile.

Quindi hai capito tutto? Lo speriamo sicuramente! Utilizzando questi suggerimenti e trucchi, diventerai presto un vero professionista del piacere!

E con ciò, ti auguriamo un sacco di divertimento avventuroso in tutte le sue zone erogene. Ma ricorda, la punta più erogena di tutte è chiederle cosa si sente bene mentre la tocchi e seguirla!

Esistono molti sex toys per le zone erogene delle donne .

Quindi vieni a scoprirle

Seguici su facebook per non perdere tutti i nostri consigli! O su nostro canale Youtube per guardare tutti nostri interessantissimi video

E non dimenticarti di dare uno sguardo al nostro sexshoponline Àmanthy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri chat
Hai Bisogno di aiuto?
Ciao ✋
Sono qui se hai delle domande...